Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vertice al Viminale per i sindaci di Treviso, Vittorio Veneto e Casier

COMMISSIONE PER I PROFUGHI OSPITATI NELLA MARCA

Valuterà chi possiede i requisiti per lo status di rifugiato


TREVISO - Una commissione ad hoc per Treviso e per la Marca e l'impegno a lavorare per l'accoglienza diffusa attraverso misure premiali per le comunità che accolgono. Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo e i colleghi di Vittorio Veneto e di Casier Roberto Tonon e Miriam Giuriati hanno presentato a Roma le richieste sul tema profughi. Questa mattina i tre primi cittadini trevigiani hanno incontrato al Viminale, insieme al prefetto di Treviso Laura Lega, i sottosegretari all'Interno ed un delegato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.
"Siamo soddisfatti dell'incontro - dichiara il sindaco Manildo -. A Roma hanno capito che era il momento di mettere in campo nuove misure per il nostro territorio. Siamo andati con delle richieste precise che, va detto, sono state accolte con favore e con l'impegno a lavorare in quella direzione. Lo considero un segnale di vicinanza importante a Treviso e più in generale alla Marca trevigiana".
In particolare la commissione avrà il compito di rendere più agevoli le procedure e i controlli necessari a stabilire chi è in possesso dei requisiti per ottenere lo status di rifugiato (e dunque rimanere in Italia) e chi no. Manildo, Tonon e Giuriati hanno poi richiesto nuovi strumenti per incentivare l'accoglienza da parte degli altri comuni: "Le misure premiali sono uno strumento importante per andare verso il modello dell'accoglienza diffusa - spiegano i responsabili delle amminstrazioni di Vittorio Veneto e Casier - da tempo denunciamo il fatto che non possono essere solo alcuni sindaci ad occuparsi di gestire un fenomeno che riguarda tutti".