Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vertice al Viminale per i sindaci di Treviso, Vittorio Veneto e Casier

COMMISSIONE PER I PROFUGHI OSPITATI NELLA MARCA

Valuterą chi possiede i requisiti per lo status di rifugiato


TREVISO - Una commissione ad hoc per Treviso e per la Marca e l'impegno a lavorare per l'accoglienza diffusa attraverso misure premiali per le comunità che accolgono. Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo e i colleghi di Vittorio Veneto e di Casier Roberto Tonon e Miriam Giuriati hanno presentato a Roma le richieste sul tema profughi. Questa mattina i tre primi cittadini trevigiani hanno incontrato al Viminale, insieme al prefetto di Treviso Laura Lega, i sottosegretari all'Interno ed un delegato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.
"Siamo soddisfatti dell'incontro - dichiara il sindaco Manildo -. A Roma hanno capito che era il momento di mettere in campo nuove misure per il nostro territorio. Siamo andati con delle richieste precise che, va detto, sono state accolte con favore e con l'impegno a lavorare in quella direzione. Lo considero un segnale di vicinanza importante a Treviso e più in generale alla Marca trevigiana".
In particolare la commissione avrà il compito di rendere più agevoli le procedure e i controlli necessari a stabilire chi è in possesso dei requisiti per ottenere lo status di rifugiato (e dunque rimanere in Italia) e chi no. Manildo, Tonon e Giuriati hanno poi richiesto nuovi strumenti per incentivare l'accoglienza da parte degli altri comuni: "Le misure premiali sono uno strumento importante per andare verso il modello dell'accoglienza diffusa - spiegano i responsabili delle amminstrazioni di Vittorio Veneto e Casier - da tempo denunciamo il fatto che non possono essere solo alcuni sindaci ad occuparsi di gestire un fenomeno che riguarda tutti".