Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittima Giovanni Minute, un 69enne residente a Valdobbiadene

SCIVOLA PER 200 METRI IN UN DIRUPO: MORTO SUL COLPO

L'incidente all'ingresso della Valle di Schievenin a Quero-Vas



QUERO
– Stava cercando bruscandoli assieme a un amico quando ha perso l'equilibrio scivolando per 200 metri in un ripido pendio. Una caduta risultata purtroppo fatale a un 69enne di Valdobbiadene, Giovanni Minute. L'incidente si è verificato all'ingresso della Valle di Schievenin. L'amico della vittima, che ha assistito impotente alla scena, ha subito allertato il 118 che ha inviato sul posto gli uomini del Soccorso Alpino di Prealpi Trevigiane e di Feltre. Il primo soccorritore arrivato lungo la strada che da Cilladon porta a Malga Paoda, ha rintracciato il testimone e si è fatto indicare il punto esatto in cui l'amico era caduto. Calatosi con delle corde nella scarpata tra alberi e salti di roccia, il tecnico del soccorso alpino ha ritrovato il corpo senza vita del 69enne, non potendo far altro che constatarne il decesso a causa della gravi ferite riportate durante la caduta.