Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittima Giovanni Minute, un 69enne residente a Valdobbiadene

SCIVOLA PER 200 METRI IN UN DIRUPO: MORTO SUL COLPO

L'incidente all'ingresso della Valle di Schievenin a Quero-Vas



QUERO
– Stava cercando bruscandoli assieme a un amico quando ha perso l'equilibrio scivolando per 200 metri in un ripido pendio. Una caduta risultata purtroppo fatale a un 69enne di Valdobbiadene, Giovanni Minute. L'incidente si è verificato all'ingresso della Valle di Schievenin. L'amico della vittima, che ha assistito impotente alla scena, ha subito allertato il 118 che ha inviato sul posto gli uomini del Soccorso Alpino di Prealpi Trevigiane e di Feltre. Il primo soccorritore arrivato lungo la strada che da Cilladon porta a Malga Paoda, ha rintracciato il testimone e si è fatto indicare il punto esatto in cui l'amico era caduto. Calatosi con delle corde nella scarpata tra alberi e salti di roccia, il tecnico del soccorso alpino ha ritrovato il corpo senza vita del 69enne, non potendo far altro che constatarne il decesso a causa della gravi ferite riportate durante la caduta.