Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appello all'automobilista: "Contatti la Provincia"

SCIACALLO DORATO INVESTITO A TREVISO

Trovato morto a S. Antonino, da anni assente dalla Marca


TREVISO - Le guardie venatorie della Provincia hanno recuperato il cadavere di uno “Sciacallo dorato”, una specie particolarmente rara nella Marca Trevigiana che da anni non si osservava. L’animale è stato ritrovato a Treviso, in zona Sant’Antonino vicino alla Tangenziale dove era stato investito ieri notte.
Lo “Sciacallo dorato” è una specie originaria dell’Asia centrale e molto diffusa nell’Est Europa, specie in Bulgaria. Si tratta di un animale molto adattabile, essendo capace di sfruttare numerose fonti di cibo, dai frutti e gli insetti fino ai piccoli ungulati. Le prime apparizioni in Veneto risalgono al 1992 e nella Marca Trevigiana non si osservava da anni.
“Dispiace davvero che un esemplare di questo tipo sia ritrovato morto – commenta Leonardo Muraro, presidente della Provincia – si tratta di una specie rarissima nei nostri territori, che migra dall’est. È stato investito, ma l’investitore ha dimostrato l’accortezza e la sensibilità di spostarlo sul guard-rail dove l’hanno trovato le guardie venatorie prima di portarlo al Centro di Recupero Fauna Selvatica, purtroppo morto". Il leader dell'amministrazione provinciale trevigiana lancia anche un appello all’investitore: di contattare gli uffici dell'ente, allo 0422 656000. Non incorrerà in alcuna sanzione, ma conoscere il punto esatto in cui l'animale è balzato sulla carreggiata è importante per poter tracciare le rotte migratorie. Molto probabilmente aveva percorso il territorio del Parco del Sile, provenendo da Est. Lo sciacallo, inoltre, è un animale sociale, che vive a coppie, dunque la sua famiglia potrebbe trovarsi ancora in zona.