Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Acquedotto sicuro, tracce nei pozzi in 4 comuni

ALLARME PFAS, MARCA NON A RISCHIO INQUINAMENTO

L'Ulss rassicura: "Livelli non pericolosi per la salute"


TREVISO - Inquinamento da Pfas, trovate tracce anche nella Marca. L'Ulss, però, rassicura "nessun rischio per la salute". 
Le sostanze perfluoro alchiliche, tossiche e cancerogene, sono state rinvenute in questi giorni nell'acqua potabile di una trentina di comuni tra le province di Vicenza, Padova e Verona. Le analisi compiute dall'Arpav negli ultimi due anni hanno rilevato la presenza di Pfas anche in tredici comuni trevigiani: Casale sul Sile, Castelfranco, Farra di Soligo, Istrana, Loria, Maser, Montebelluna, Morgano, Paese, Quinto, Riese, Vedelago, Vittorio Veneto. Solo in quattro di questi, Casale, Farra, Istrana e Paese, sono state individuate concentrazioni superiori alla soglia di attenzione, mentre in tutti gli altri le tracce sarebbero trascurabili. I livelli riscontrati, in ogni caso, sono molto più bassi rispetto a quelli del territorio veneto maggiormente contaminato, tanto che la Marca non è considerata area a rischio. "Non sono valori ritenuti pericolosi, i cittadini possono stare tranquilli", assicura Francesco Benazzi, direttore generale delle tre Ulss trevigiane. A Casale, spiegano dall'azienda socio sanitaria, era stato eseguito un prelievo in un vecchio pozzo non utilizzato per acqua potabile, poi ad una seconda analisi il livello era rientrato nella norma, a Paese i prelievi sono stati effettuati nei pozzetti sotto la discarica di Padernello, non collegati alla falda. I dati peraltro erano noti da tempo all'Usl trevigiana: "Ovviamente se ci fossero stati elementi di rischio - conferma il direttore generale -, avremmo non solo avviato la profilassi, ma anche avvisato le famiglie di adottare le precauzioni del caso". I controlli naturalmente continueranno. 
I comuni interessati sono comunque ampiamente serviti dall'acquedotto. Le cui acque sono sicure. Una nota di Ats, la società che gestisce la rete idrica in gran parte della provincia, ribadisce: "Da oltre due anni vengono svolte analisi per ricercare ed eventualmente monitorare questa parametro. Non è mai stata riscontrata la presenza di questa sostanza nelle fonti di approvvigionamento e nelle reti degli acquedotti gestiti da Ats".