Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mai nessun sintomo: al pomeriggio era stato in piscina a nuotare

BIMBO DI 5 ANNI MORTO PER UN ANEURISMA CEREBRALE

Il piccolo Sebastiano Grava ha avvertito un forte mal di testa


CONEGLIANO - Sembrava una giornata come tante, tra asilo, giochi, l'affetto dei familiari, come deve essere per un bimbo di cinque anni. In serata, invece, Sebastiano Grava si è sentito male e per lui non c'è stato nulla da fare: dopo poche ore, un aneurisma al cervello ha posto fine alla sua breve vita.
Il piccolo abitava con la famiglia a Costa di Conegliano. Giovedì scorso, mamma Stefania era andata a prenderlo, come al solito, alla scuola materna e, poi, insieme, si erano recati in piscina per un corso di nuoto. Tornati a casa, Sebastiano aveva giocato con il fratello Edoardo, di 9 anni, poi, dopo cena, era andato a letto verso le 21.30. Poco dopo, però, il bambino si è alzato, lamentando un forte mal di testa. Poichè il dolore non accennava a diminuire, la madre ha deciso di portarlo al Pronto soccorso di Conegliano: ricoverato, le sue condizioni sono rapidamente peggiorate e il bimbo è entrato in coma. Nonostante i prolungati tentativi di rianimarlo e il trasferimento d'urgenza al Ca' Foncello di Treviso per un'operazione chirurgica, non ha più ripreso conoscenza. Gli sforzi dei medici sono riusciti solo a tenerlo in vita finchè il papà, architetto, che in questo periodo si trovava per lavoro in Qatar, potesse arrivare per rivederlo un'ultima volta. Poco dopo Sebastiano è spirato. "Era un piccolo terremoto, andava a cento all'ora, non aveva mai avuto nemmeno un'influenza", dicono i genitori disperati. L'11 ottobre prossimo avrebbe compiuto sei anni  e già sognava di frequentare le scuole elementari. L'emorragia cerebrale fatale pare sia dovuta alla rottura di un vaso sanguigno a causa di una malformazione congenita mai scoperta. Ora toccherò all'autopsia dare conferma a questa ipotesi. I funerali del piccolo volato in cielo saranno celebrati venerdì pomeriggio o sabato mattina nella chiesa parrocchiale di S. Martino in centro a Conegliano.