Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mai nessun sintomo: al pomeriggio era stato in piscina a nuotare

BIMBO DI 5 ANNI MORTO PER UN ANEURISMA CEREBRALE

Il piccolo Sebastiano Grava ha avvertito un forte mal di testa


CONEGLIANO - Sembrava una giornata come tante, tra asilo, giochi, l'affetto dei familiari, come deve essere per un bimbo di cinque anni. In serata, invece, Sebastiano Grava si è sentito male e per lui non c'è stato nulla da fare: dopo poche ore, un aneurisma al cervello ha posto fine alla sua breve vita.
Il piccolo abitava con la famiglia a Costa di Conegliano. Giovedì scorso, mamma Stefania era andata a prenderlo, come al solito, alla scuola materna e, poi, insieme, si erano recati in piscina per un corso di nuoto. Tornati a casa, Sebastiano aveva giocato con il fratello Edoardo, di 9 anni, poi, dopo cena, era andato a letto verso le 21.30. Poco dopo, però, il bambino si è alzato, lamentando un forte mal di testa. Poichè il dolore non accennava a diminuire, la madre ha deciso di portarlo al Pronto soccorso di Conegliano: ricoverato, le sue condizioni sono rapidamente peggiorate e il bimbo è entrato in coma. Nonostante i prolungati tentativi di rianimarlo e il trasferimento d'urgenza al Ca' Foncello di Treviso per un'operazione chirurgica, non ha più ripreso conoscenza. Gli sforzi dei medici sono riusciti solo a tenerlo in vita finchè il papà, architetto, che in questo periodo si trovava per lavoro in Qatar, potesse arrivare per rivederlo un'ultima volta. Poco dopo Sebastiano è spirato. "Era un piccolo terremoto, andava a cento all'ora, non aveva mai avuto nemmeno un'influenza", dicono i genitori disperati. L'11 ottobre prossimo avrebbe compiuto sei anni  e già sognava di frequentare le scuole elementari. L'emorragia cerebrale fatale pare sia dovuta alla rottura di un vaso sanguigno a causa di una malformazione congenita mai scoperta. Ora toccherò all'autopsia dare conferma a questa ipotesi. I funerali del piccolo volato in cielo saranno celebrati venerdì pomeriggio o sabato mattina nella chiesa parrocchiale di S. Martino in centro a Conegliano.