Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mai nessun sintomo: al pomeriggio era stato in piscina a nuotare

BIMBO DI 5 ANNI MORTO PER UN ANEURISMA CEREBRALE

Il piccolo Sebastiano Grava ha avvertito un forte mal di testa


CONEGLIANO - Sembrava una giornata come tante, tra asilo, giochi, l'affetto dei familiari, come deve essere per un bimbo di cinque anni. In serata, invece, Sebastiano Grava si è sentito male e per lui non c'è stato nulla da fare: dopo poche ore, un aneurisma al cervello ha posto fine alla sua breve vita.
Il piccolo abitava con la famiglia a Costa di Conegliano. Giovedì scorso, mamma Stefania era andata a prenderlo, come al solito, alla scuola materna e, poi, insieme, si erano recati in piscina per un corso di nuoto. Tornati a casa, Sebastiano aveva giocato con il fratello Edoardo, di 9 anni, poi, dopo cena, era andato a letto verso le 21.30. Poco dopo, però, il bambino si è alzato, lamentando un forte mal di testa. Poichè il dolore non accennava a diminuire, la madre ha deciso di portarlo al Pronto soccorso di Conegliano: ricoverato, le sue condizioni sono rapidamente peggiorate e il bimbo è entrato in coma. Nonostante i prolungati tentativi di rianimarlo e il trasferimento d'urgenza al Ca' Foncello di Treviso per un'operazione chirurgica, non ha più ripreso conoscenza. Gli sforzi dei medici sono riusciti solo a tenerlo in vita finchè il papà, architetto, che in questo periodo si trovava per lavoro in Qatar, potesse arrivare per rivederlo un'ultima volta. Poco dopo Sebastiano è spirato. "Era un piccolo terremoto, andava a cento all'ora, non aveva mai avuto nemmeno un'influenza", dicono i genitori disperati. L'11 ottobre prossimo avrebbe compiuto sei anni  e già sognava di frequentare le scuole elementari. L'emorragia cerebrale fatale pare sia dovuta alla rottura di un vaso sanguigno a causa di una malformazione congenita mai scoperta. Ora toccherò all'autopsia dare conferma a questa ipotesi. I funerali del piccolo volato in cielo saranno celebrati venerdì pomeriggio o sabato mattina nella chiesa parrocchiale di S. Martino in centro a Conegliano.