Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nuova officina e deposito a Castelfranco con l'acquisizione di Ctm Servizi

MOM CHIUDE IL 2015 CON 122MILA EURO DI UTILE

Bus e corriere nel 2015 hanno percorso 17milioni di chilometri


TREVISO - Mom chiude il 2015 con un utile netto di 122.053 euro e con un valore totale della produzione che sfiora i 43 milioni di euro. "Si tratta del secondo bilancio di Mom e, di fatto, del primo in cui possiamo avere una visione realistica sullo stato finanziario dell’azienda - commenta il presidente Giulio Giulio Sartor, presidente MomSartor -. Uno stato di salute più che buono: abbiamo un sostanziale bilanciamento tra gestione dei servizi e costi di produzione, ma soprattutto va sottolineata l’assenza di interessi passivi che dimostra un ottimo indice di autonomia finanziaria dell’azienda”. Aspetto non secondario quest'ultimo, ribadiscono dalla società, poiché la gestione dei servizi del trasporto pubblico locale è coperta da contribuzione pubblica per un 50% dei costi, attraverso erogazione di finanziamenti che purtroppo giungono con diverse mensilità di ritardo. “Quanto questo pesi sulla gestione economica lo si può capire bene se diciamo che ad oggi, fine aprile 2016, l’azienda attende circa 9 milioni di euro di trasferimenti non erogati – spiega il direttore Giacomo Colladon – a fronte di uscite medie mensili per un milione di euro per l’acquisto carburante e 2 milioni per gli stipendi dei 600 dipendenti”. Allo stesso modo, per la gestione 2015 le quote di contributo da incassare (mensilità di agosto/dicembre) assommano a 10,7 milioni. "L’assenza di ricorso al credito di terzi è stata possibile grazie agli anticipi di cassa – aggiunge in merito il presidente – da parte dei soci Provincia di Treviso e Comune di Treviso che voglio pubblicamente ringraziare”.
Nel 2015 autobus e corriere Mom hanno percorso quasi 17 milioni di chilometri. Avviate anche due operazioni strategiche: "Da un lato – spiega Sartor - l’acquisizione Ctm Servizi e Marca Riscossioni e dell’altro l’acquisto dell’officina di Alcuni dei nuovi bus a metanoTreviso che ci auguriamo di poter perfezionare entro l’anno”. Quanto all’operazione su Castelfranco, entro il 30 giugno si avrà la perizia di stima del tribunale sul valore delle aziende e il voto in assemblea, è quindi ipotizzabile una conclusione dell’operazione entro il prossimo settembre. Prosegue quindi la strategia di aggregazioni attorno a Mom, per un miglioramento dei servizi e un consolidamento patrimoniale della società anche in vista della gara europea. “Questa operazione – osserva inoltre il direttore Colladon - ci consentirà di avviare la costruzione delle nuove officine e deposito a Castelfranco Veneto. L’area interessata è di 21mila metri quadri (in via Forche) e ci permetterà di spostare da zona impropria (ex Foro Boario) circa 70 mezzi, il secondo deposito MOM per importanza. Inoltre prenderà avvio la costruzione dell’officina, attualmente collocata a Riese Pio X in area in affitto (con aggravio di costi significativo anche in termini di percorrenza)”.
L’anno 2015 è stato inoltre segnato da importanti invetimenti per il rinnovo della flotta: sono state effettuate le gare per l’acquisto di 14 mezzi (10 per il servizio extraurbano) per un importo di 3,7 milioni di euro. I mezzi, che si aggiungono ai 5 bus a metano consegnati a dicembre 2015, saranno in circolazione tra qualche mese.