Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Carabinieri setacciano ospedali e farmacie della zona

FETO GETTATO IN UN CASSONETTO AD ORMELLE

Ritrovato l'altra mattina nei pressi del cimitero di Tempio


ORMELLE - Macabra scoperta ad Ormelle: un feto, ormai privo di vita, è stato ritrovato in mattinata all'interno di un cassonetto, nei pressi del cimitero della frazione di Tempio. Il corpicino, inserito in un borsone, è stato rinvenuto in un contenitore per i rifiuti vegetali, posizionato a fianco dell'entrata del camposanto. Ad accorgersene per prime, verso le 10, le addette alle pulizie. I Carabinieri, intervenuti sul posto, stanno indagando a tutto campo per individuare la madre e chi abbia cercato di liberarsi del feto: i militari stanno battendo a tappeto ospedali e farmacie della zona. Il piccolo cadavere non presenta segni di violenza: secondo una prima ricostruzione del medico legale si tratterebbe di un aborto spontaneo al quinto mese di gravidanza. Per una valutazione più precisa, verrà comunque eseguita l'autopsia. Poco dopo il ritrovamento, il parrocco del luogo ha battezzato il neonato con il nome di Giovanni, lo stesso del santo a cui è dedicata la chiesa.