Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetti per portare la fibra ottica nelle province vicine

ASCO TLC, PER LA PRIMA VOLTA DISTRIBUIRĄ DIVIDENDO

La societą chiude il 2015 con 1,7 milioni di utile


PIEVE DI SOLIGO - Asco Tlc, la società specializzata nella banda larga e nelle telecomunicazioni del gruppo Ascopiave, chiude il bilancio 2015 in crescita: l'utile netto raggiunge un milione 670mila euro, in aumento di oltre 300mila euro rispetto al 2014, il margine operativo lordo si attesta a 3,3 milioni, con un incremento superiore ai 200mila euro, mentre i ricavi totali sfiorano gli 8,9 milioni. Così, per la prima volta nella propria storia l'azienda distribuirà un dividendo ai soci per complessivi 300mila euro. Asco Tlc è controllata per il 91% da Asco Holding Spa, le restanti quote sono in mano per l'8% alla Provincia di Treviso e, per l'1%, alla Camera di commercio di Treviso. "Asco Tlc è passata dalle fasi iniziali di forte investimento innovativo - spiega il residente Stefano Faè - a quelle dell'assestamento e a quelle attuali che vedono una crescita moltiplicativa delle esperienze passate e anche, per la prima volta, la distribuzione di un dividendo ai soci".
La società ha progettato e realizzato sin dal 2001 una delle reti territoriali in fibra ottica più grandi in ambito nazionale, oltre 2.100 chilometri , alla quale si aggiungono ponti ed altre infrastrutture, tra cui tre centrali di server, progettate per ospitare servizi informativi evoluti nella filosofia tecnologica dell'attuale cloud ibrido. Il cammino di Asco Tlc S.p.A. nei giorni scorsi ha fatto registrare un ulteriore balzo in avanti, la società, infatti, è stata ufficialmente ammessa in Elite, il programma internazionale di sviluppo promosso da Borsa Italina.
Un plauso per le performance di Asco Tlc è stato chiaramente espresso dalla presidente di Asco Holding SpA, Silvia Rizzotto: “C’è soddisfazione per la distribuzione del primo dividendo della storia della società e per l’inserimento nel programma Elite; Asco Tlc è una società che sta evidenziando importanti risultati in questi ultimi anni, con investimenti significativi ed una maggiore presenza nel territorio dimostrando anche le sue potenzialità di sviluppo. Stiamo collaborando per ulteriori progetti per fornire maggiori servizi, tra cui ricordo la messa in rete della Caserma dei Vigili del Fuoco di Treviso e le collaborazioni con Bim Piave, Bim Piave Nuove Energie e Associazione Comuni della Marca Trevigiana anche per il Progetto Unipass e per portare il Wi Fi nelle piazze dei nostri comuni soci". "Ma ci stiamo espandendo con la fibra ottica -conclude la presidente Rizzotto- anche nelle province vicine, nel bellunese, nel veneziano e nel padovano, e guardiamo avanti con fiducia con nuovi progetti".