Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Laureato in filosofia e sociologia, 35 anni, ha iniziato tra gli i precari

FIOM, ENRICO BOTTER ELETTO NUOVO SEGRETARIO PROVINCIALE

GuiderÓ le 6mila tute blu trevigiane iscritte alla Cgil


TREVISO - Continua il percorso di rinnovamento generazionale della Cgil trevigiana. Eleggendo Enrico Botter, con 48 voti a favore sui 61 presenti (4 contrari e 9 astenuti), i metalmeccanici, oggi riuniti nell’assemblea generale dei delegati di fabbrica all’Auditorium della sede provinciale, hanno scelto il nuovo segretario generale di categoria. Trentacinquenne, laureato in filosofia a Venezia e in sociologia a Urbino, Botter, in Cgil dal 2010 e in Fiom dal 2012, funzionario per la zona di Treviso-Oderzo e in seguito anche per l’area vittoriese, guiderà le tute blu della Marca dopo Elio Boldo, in carica dal 2010 e giunto al pensionamento.
Il nuovo segretario generale della Fiom, che conta oggi quasi 6mila iscritti nel territorio, ha un percorso tutt’altro che convenzionale: prima studente-lavoratore, impegnato con contratti di lavoro atipici in attività di cura nell’ambito socio-sanitario, ha successivamente lavorato nel campo dell’educazione giovanile e della formazione degli adulti. Botter, sposato e padre di due bambine, si avvicina alla Cgil per motivi di ricerca sul tema del dibattito politico sull’immigrazione a Treviso e, nel 2010, si iscrive alla categoria dei precari Nidil per poi partecipare a un’attività formativa del sindacato dei pensionati. A partire da questa esperienza diventa Rappresentante sindacale di bacino per l’artigianato, seguendo in particolare i lavoratori metalmeccanici, e successivamente entra in Fiom come funzionario.
“Farò del mio meglio per essere all’altezza di questo compito. Il mio obiettivo è quello di dare nuova forza all’attività della Fiom di Treviso – sottolinea il neosegretario –, le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici trevigiani hanno bisogno di una Fiom unita e democratica, che sappia rappresentare e tutelare i loro diritti in un contesto economico sempre più complesso e frammentato, come quello attuale.