Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli sfidanti ottengono il 57,9%, contro il 37,1% del cda uscente

RIBALTONE A VENETO BANCA: VINCE LA LISTA DEI SOCI

Il nuovo presidente è Stefano Ambrosini


MARGHERA - Ribaltone al vertice di Veneto Banca. La lista 2, quella presentata dalle associazioni dei soci, ha vinto le elezioni per il rinnovo del consiglio di amministrazione: i suoi candidati hanno ottenuto il 57,9% dei voti (rappresentanti circa 24,1 milioni di azioni). Alla lista espressione del consiglio uscente, invece, è andato il 37,1% dei consensi (pari ad 15,8 milioni di azioni). Il nuovo presidente del gruppo montebellunese dunque sarà l'avvocato e giurista torinese Stefano Ambrosini, già commissario straordinario di Alitalia e Bertone, capolista della compagine dei soci: il nomina è stata ratificata nella prima riunione del nuovo cda, subito dopo la conclusione dei lavori assembleari al termine di una maratona di quasi dieci ore. Insieme a lui, nell'organismo siederanno anche Carlotta De Franceschi (ex consulente del governo per la riforma delle banche popolari), Matteo Cavalcante (presidente dell'associazione Per Veneto Banca), Giovanni Schiavon (ex presidente del Tribunale di Treviso e leader dell'Associazione Azionisti), Roberto Nevoni, Dino Crivellari, Maria Cristina Bertellini, Laura Dalla Vecchia, Aldo Locatelli, Debora Cremasco, Fabio Bassan e Michele Padovani. Nel board, in rappresentanza della minoranza, entrano anche il presidente uscente Pierluigi Bolla e l'attuale amministratore delegato Cristiano Carrus. Gli esponenti delle associazioni avevano già annunciato di non voler confermare il manager nel ruolo di ad, ma solo come direttore generale e secondo quanto anticipato da Ambrosini in conferenza stampa Carrus gli avrebbe "dato disponibilità ad assumere la carica nell'interesse della banca". Veneto Banca dunque non dovrebbe avere un amministratore delegato, ma solo un direttore generale plenipotenziario.