Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stop di mezz'ora, ritardi a catena su tutta la linea

RAGAZZINI SUI BINARI, TRENO BLOCCATO A S. TROVASO

Per non investirli, il macchinista ferma il convoglio


PREGANZIOL - Una bravata che poteva costare carissima. Due ragazzini camminavano sulla massicciata, a pochi passi dai binari, nei presssi della stazione ferroviaria di San Trovaso, in comune di Preganziol, lungo la linea Venezia – Treviso. Il macchinista del treno in arrivo dalla città lagunare e diretto nel capoluogo della Marca, se li è visti quasi davanti, intorno alle 18 di lunedì sera, ed ha dovuto bloccare bruscamente il convoglio.
Il treno è ripartito solo dopo circa mezz'ora, completati tutti gli accertamenti del caso da parte della Polizia ferroviaria, ripercuotendosi sul tutta la circolazione lungo la linea con ritardi dell'ordine di una ventina di minuti, con gli ovvi disagi per i viaggiatori.
I due giovanissimi si sono subito dileguati a piedi: il macchinista non è stato in grado di riferire con certezza se i due fossero intenti a scattare foto sui binari, una recente, pericolosa moda sempre più in voga tra gli adolescenti. Gli agenti della Polfer hanno raccolto vari elementi tutti gli elementi, comprese le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, e sarebbero ormai vicini ad identificare i ragazzi. A rischiare una salatissima multa, peraltro, sono soprattutto le famiglie: la legge, infatti, prevede una sanzione di 90 euro per ogni minuto di ritardo ingiustificato causato ad un treno.