Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stop di mezz'ora, ritardi a catena su tutta la linea

RAGAZZINI SUI BINARI, TRENO BLOCCATO A S. TROVASO

Per non investirli, il macchinista ferma il convoglio


PREGANZIOL - Una bravata che poteva costare carissima. Due ragazzini camminavano sulla massicciata, a pochi passi dai binari, nei presssi della stazione ferroviaria di San Trovaso, in comune di Preganziol, lungo la linea Venezia – Treviso. Il macchinista del treno in arrivo dalla città lagunare e diretto nel capoluogo della Marca, se li è visti quasi davanti, intorno alle 18 di lunedì sera, ed ha dovuto bloccare bruscamente il convoglio.
Il treno è ripartito solo dopo circa mezz'ora, completati tutti gli accertamenti del caso da parte della Polizia ferroviaria, ripercuotendosi sul tutta la circolazione lungo la linea con ritardi dell'ordine di una ventina di minuti, con gli ovvi disagi per i viaggiatori.
I due giovanissimi si sono subito dileguati a piedi: il macchinista non è stato in grado di riferire con certezza se i due fossero intenti a scattare foto sui binari, una recente, pericolosa moda sempre più in voga tra gli adolescenti. Gli agenti della Polfer hanno raccolto vari elementi tutti gli elementi, comprese le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, e sarebbero ormai vicini ad identificare i ragazzi. A rischiare una salatissima multa, peraltro, sono soprattutto le famiglie: la legge, infatti, prevede una sanzione di 90 euro per ogni minuto di ritardo ingiustificato causato ad un treno.