Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Guida l'orchestra sinfonica GagÓ Symphony, ed Ŕ compositore e arrangiatore

A SIMONE TONIN VA IL PREMIO ZAMBON

Borsa di studio biennale offerta a uno dei migliori allievi dello Steffani


CASTELFRANCO - Va a  Simone Tonin  il premio Zambon, borsa di studio biennale offerta ad uno dei migliori allievi del Conservatorio Steffani in memoria dell'ex direttore  Davide Zambon.

24 anni, iscritto al VII anno del corso di composizione, Simone Tonin si è distinto per la composizione “Rem&NRem”. Leader della Gagà Symphony orchestra sinfonica costituita da studenti dei conservatori veneti che propone musica pop e dance in formazione allargata. Un’orchestra tutt’altro che convenzionale, nata tra le aule dello Steffani, con organico costituito tramite sms. Ora con 9000 like e numerosi followers, l’orchestra porta i suoi spettacoli in ogni luogo d’Italia e si è fatta apprezzare ad Italia’s got talent, nella convinzione che la musica classica debba uscire dalla nicchia in cui spesso è confinata.

Simone, che dal 2011 guida l’orchestra (che oggi conta 60 elementi ed è recentemente stata in tournèe Mosca) lavora come compositore ma soprattutto arrangiatore. Ha di recente diretto la Young American Orchestra di Washington e curato un progetto per Velut Luna. “Ho iniziato i miei studi nella classe di organo- spiega Simone- ma con la composizione ho trovato la mia strada. Oggi vivo soprattutto con gli arrangiamenti ma, come ha sempre sottolineato il nostro direttore Paolo Troncon, solo il corso di composizione forma basi davvero solide per questa professione”. La borsa di studio Zambon è il primo premio di composizione vinto da Simone Tonin.