Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Unica realtà nazionale ad occuparsi di giovani: 800 in un decennio

IL SERD DI PARÈ FA SCUOLA IN TUTTA ITALIA

Dalla Toscana in visita al centro per le dipendenze dell'Ulss 7


CONEGLIANO - Delegazione di operatori della Toscana in visita studio al Centro per le dipendenze giovanili di Parè. Nato in via sperimentale nel 2003, unica realtà a livello nazionale ad occuparsi esclusivamente delle dipendenze giovanili, il SerD giovani è diventato, ormai da tempo, un punto di riferimento e oggetto di studio a livello nazionale. Negli ultimi dieci anni ha seguito oltre 800 adolescenti, più di 200 dei quali minori, e le rispettive famiglie.
“Il modello di servizio rivolto agli adolescenti con problematiche di dipendenza sviluppato all’interno del Centro – sottolinea il direttore dei servizi sociali, Giuseppe Bazzo - si caratterizza come una realtà unica nel panorama nazionale per le modalità di presa in carico, per la strutturazione del progetto terapeutico e la numerosità della casistica trattata”.
La struttura è stata oggetto di visita da parte di una delegazione di operatori delle dipendenze provenienti dalla Colombia e del Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, che ha inserito la realtà di Conegliano in un tour nazionale delle 10 migliori esperienze rivolte ai minori; mercoledì il Centro ha ricevuto la visita di una rappresentanza di operatori di due Servizi per le Dipendenze (SerD) di Firenze e della Comunità Villa Lorenzi, sempre di Firenze, che collabora con questi per l’avvio di progettualità rivolte agli adolescenti con problematiche di dipendenza.
“L’incontro, chiesto dagli operatori toscani, ha rappresentato un momento proficuo di scambio e discussione e ha dato la possibilità di confrontarsi su aspetti che sono ancora poco sviluppati a livello nazionale - spiega Michela Frezza, coordinatore del Servizio per le Dipendenze dell’Ulss 7 -. Dall’incontro è scaturita un’idea di collaborazione e di approfondimento congiunto, tramite formazione “sul campo”, volto ad indagare aspetti specifici e, in particolare, l’utilizzo dei farmaci sostitutivi nei giovani pazienti e la valutazione degli esiti dei trattamenti”.