Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Zugno: "Risultati migliori rispetto allo scorso anno"

ASCOPIAVE, MARGINI OK NEL PRIMO TRIMESTRE

Compensati i minori ricavi per il calo delle vendite di gas


TREVISO -Margini in crescita per il gruppo Ascopiave nel primo scorcio del 2016. La società di Pieve di Soligo chiude il primo trimestre con un margine operativo lordo a 36 milioni di euro, in aumento del 5% rispetto ai 34,3 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente. Un miglioramento del guadagno Il direttore generale Roberto Gumirato e il presidente Fulvio Zugnounitario che ha interessato sia le vendite di gas sia di energia e che ha più che compensato l’effetto negativo derivante dalla diminuzione dei volumi di gas venduti.
L'utile netto si è attestato a 24,1 milioni, a sua volta in crescita rispetto ai 22,8 milioni del 2015. Calano, invece, come accennato i ricavi consolidati, che raggiungono 182,5 milioni di euro, quasi il 17% in meno rispetto ai 219,5 registrati nei primi tre mesi del 2015. Il decremento è determinato in prevalenza dalla riduzione dei ricavi da vendite di gas naturale (meno 39,6 milioni di Euro), dovuta sia ai minori volumi di gas venduti che ad una flessione dei prezzi di vendita unitari. I volumi di gas venduti dalle società consolidate integralmente, infatti, nel primo trimestre sono stati pari a 349,1 milioni di metri cubi, segnando una riduzione del 7,7% rispetto all'annata precedente.
Tra gennaio e marzo il gruppo ha investito 4,1 milioni di Euro principalmente per lo sviluppo, la manutenzione e l’ammodernamento delle reti e degli impianti di distribuzione del gas. La posizione finanziaria netta è fissata a 70,6 milioni, in ulteriore miglioramento rispetto ai 114 miloni al 31 dicembre 2015, con un rapporto debito/patrimonio netto pari a 0,16, tra i migliori del settore.
“Nel primo trimestre dell’esercizio 2016, il gruppo Ascopiave ha raggiunto ottimi risultati economico finanziari, in continuo miglioramento rispetto ai traguardi
raggiunti nello stesso periodo dell’anno scorso – commenta il presidente Fulvio Zugno -. La strategia aziendale che stiamo attuando, disegnata con oculatezza dal consiglio di amministrazione e dal management, che ci contraddistingue con soddisfazione nel mondo delle utilities, continua a portare i suoi frutti, segno dell’energia, della passione, della determinazione nell’impegno quotidiano di tutta l’organizzazione, volta a creare valore per il territorio e per gli azionisti, che continuano a riporre fiducia nel nostro operato”.
Il direttore generale Roberto Gumirato, ha annunciato che “Abbiamo registrato indicatori economici e finanziari positivi in tutti i segmenti di business, e la posizione finanziaria netta è in ulteriore e progressivo miglioramento. In particolare, in un settore regolato come il nostro, che costantemente esige lo sviluppo di competenze per gli allineamenti normativi, in un contesto di recenti condizioni climatiche sfavorevoli al consumo, l’efficacia della strategia aziendale implementata, principale elemento di forza del nostro gruppo, ha determinato nel trimestre una marginalità positiva sia nel settore della distribuzione del gas naturale che nel settore della vendita del gas e dell’energia elettrica, nonchè una riduzione dei costi operativi, raggiunta grazie ad una attenta politica di razionalizzazione dei costi e di innovazione dei processi aziendali”.