Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Zugno: "Risultati migliori rispetto allo scorso anno"

ASCOPIAVE, MARGINI OK NEL PRIMO TRIMESTRE

Compensati i minori ricavi per il calo delle vendite di gas


TREVISO -Margini in crescita per il gruppo Ascopiave nel primo scorcio del 2016. La società di Pieve di Soligo chiude il primo trimestre con un margine operativo lordo a 36 milioni di euro, in aumento del 5% rispetto ai 34,3 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente. Un miglioramento del guadagno Il direttore generale Roberto Gumirato e il presidente Fulvio Zugnounitario che ha interessato sia le vendite di gas sia di energia e che ha più che compensato l’effetto negativo derivante dalla diminuzione dei volumi di gas venduti.
L'utile netto si è attestato a 24,1 milioni, a sua volta in crescita rispetto ai 22,8 milioni del 2015. Calano, invece, come accennato i ricavi consolidati, che raggiungono 182,5 milioni di euro, quasi il 17% in meno rispetto ai 219,5 registrati nei primi tre mesi del 2015. Il decremento è determinato in prevalenza dalla riduzione dei ricavi da vendite di gas naturale (meno 39,6 milioni di Euro), dovuta sia ai minori volumi di gas venduti che ad una flessione dei prezzi di vendita unitari. I volumi di gas venduti dalle società consolidate integralmente, infatti, nel primo trimestre sono stati pari a 349,1 milioni di metri cubi, segnando una riduzione del 7,7% rispetto all'annata precedente.
Tra gennaio e marzo il gruppo ha investito 4,1 milioni di Euro principalmente per lo sviluppo, la manutenzione e l’ammodernamento delle reti e degli impianti di distribuzione del gas. La posizione finanziaria netta è fissata a 70,6 milioni, in ulteriore miglioramento rispetto ai 114 miloni al 31 dicembre 2015, con un rapporto debito/patrimonio netto pari a 0,16, tra i migliori del settore.
“Nel primo trimestre dell’esercizio 2016, il gruppo Ascopiave ha raggiunto ottimi risultati economico finanziari, in continuo miglioramento rispetto ai traguardi
raggiunti nello stesso periodo dell’anno scorso – commenta il presidente Fulvio Zugno -. La strategia aziendale che stiamo attuando, disegnata con oculatezza dal consiglio di amministrazione e dal management, che ci contraddistingue con soddisfazione nel mondo delle utilities, continua a portare i suoi frutti, segno dell’energia, della passione, della determinazione nell’impegno quotidiano di tutta l’organizzazione, volta a creare valore per il territorio e per gli azionisti, che continuano a riporre fiducia nel nostro operato”.
Il direttore generale Roberto Gumirato, ha annunciato che “Abbiamo registrato indicatori economici e finanziari positivi in tutti i segmenti di business, e la posizione finanziaria netta è in ulteriore e progressivo miglioramento. In particolare, in un settore regolato come il nostro, che costantemente esige lo sviluppo di competenze per gli allineamenti normativi, in un contesto di recenti condizioni climatiche sfavorevoli al consumo, l’efficacia della strategia aziendale implementata, principale elemento di forza del nostro gruppo, ha determinato nel trimestre una marginalità positiva sia nel settore della distribuzione del gas naturale che nel settore della vendita del gas e dell’energia elettrica, nonchè una riduzione dei costi operativi, raggiunta grazie ad una attenta politica di razionalizzazione dei costi e di innovazione dei processi aziendali”.