Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ambrosini a Francoforte per il primo confronto con la Bce

BRUNO ZAGO, NUOVO LEADER DEI "GRANDI SOCI" DI VB

L'imprenditore: "Evitare la svendita ad Atlante"


PADOVA -  È Bruno Zago, patron del gruppo cartario Pro-Gest di Istrana, il nuovo presidente dell'associazione Per Veneto Banca, i cosiddetti "grandi soci", una delle associazioni che hanno sostenuta la lista vittoriosa nell'ultima assemblea dell'istituto montebellunese. È stato designato oggi nel corso di un'assemblea, a Padova, e sostituisce Matteo Cavalcante, entrato nel consiglio di amministrazione della banca.
"Ora che siamo riusciti a cambiare il Cda - ha detto Zago - la sfida che ci attende è quella di raccogliere il 25% di capitale dal 15% che già deteniamo, per permetterci di essere quotati". "Vogliamo a tutti i costi evitare, come accaduto a Vicenza, che la banca si trovi nelle condizioni di essere svenduta ad un Fondo e speriamo - ha concluso l'imprenditore trevigiano - che la Bce ci consenta di avere qualche settimana in più rispetto al momento indicativo della quotazione, in giugno, per poter aggregare il nuovo patrimonio".
Oltre a Zago sono stati eletti il vicepresidente Gianandrea Todesco, e i consiglieri Loris Tosi, Francesco Celentano, Giorgio Batacchi, Fulvio Zanatta, Giannantonio Parolini, Angelo Cirillo, il segretario generale Maria Elena Buffon ed i probiviri, Antonio Viotto, Carlo Rossi Chauvenet, e Francesco Candiani.
Intanto, i nuovi vertici di Veneto Banca hanno incontrato i rappresentanti della Bce. Il presidente Stefano Ambrosini, accompagnato dal direttore generale Cristiano Carrus e dalla presidente del Comitato esecutivo, Carlotta De Franceschi si è recato a Francoforte. Un incontro finalizzato a presentare la nuova governance dell’istituto e ad aggiornare l’Autorità di Vigilanza sul processo in atto e sui suoi imminenti sviluppi. "Nel consueto spirito di trasparenza e collaborazione - si legge in una nota -, il presidente ha comunicato che sottoporrà al consiglio di amministrazione di lunedì 16 maggio la conferma del Progetto Serenissima nelle sue linee portanti.