Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ambrosini a Francoforte per il primo confronto con la Bce

BRUNO ZAGO, NUOVO LEADER DEI "GRANDI SOCI" DI VB

L'imprenditore: "Evitare la svendita ad Atlante"


PADOVA -  È Bruno Zago, patron del gruppo cartario Pro-Gest di Istrana, il nuovo presidente dell'associazione Per Veneto Banca, i cosiddetti "grandi soci", una delle associazioni che hanno sostenuta la lista vittoriosa nell'ultima assemblea dell'istituto montebellunese. È stato designato oggi nel corso di un'assemblea, a Padova, e sostituisce Matteo Cavalcante, entrato nel consiglio di amministrazione della banca.
"Ora che siamo riusciti a cambiare il Cda - ha detto Zago - la sfida che ci attende è quella di raccogliere il 25% di capitale dal 15% che già deteniamo, per permetterci di essere quotati". "Vogliamo a tutti i costi evitare, come accaduto a Vicenza, che la banca si trovi nelle condizioni di essere svenduta ad un Fondo e speriamo - ha concluso l'imprenditore trevigiano - che la Bce ci consenta di avere qualche settimana in più rispetto al momento indicativo della quotazione, in giugno, per poter aggregare il nuovo patrimonio".
Oltre a Zago sono stati eletti il vicepresidente Gianandrea Todesco, e i consiglieri Loris Tosi, Francesco Celentano, Giorgio Batacchi, Fulvio Zanatta, Giannantonio Parolini, Angelo Cirillo, il segretario generale Maria Elena Buffon ed i probiviri, Antonio Viotto, Carlo Rossi Chauvenet, e Francesco Candiani.
Intanto, i nuovi vertici di Veneto Banca hanno incontrato i rappresentanti della Bce. Il presidente Stefano Ambrosini, accompagnato dal direttore generale Cristiano Carrus e dalla presidente del Comitato esecutivo, Carlotta De Franceschi si è recato a Francoforte. Un incontro finalizzato a presentare la nuova governance dell’istituto e ad aggiornare l’Autorità di Vigilanza sul processo in atto e sui suoi imminenti sviluppi. "Nel consueto spirito di trasparenza e collaborazione - si legge in una nota -, il presidente ha comunicato che sottoporrà al consiglio di amministrazione di lunedì 16 maggio la conferma del Progetto Serenissima nelle sue linee portanti.