Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 15 luglio assemblea per decidere sull'azione di responsabilità

VENETO BANCA, GIOVEDÌ VIA ALL'AUMENTO DI CAPITALE

Si parte con il pre-marketing, offerta in opzione ai soci


MONTEBELLUNA - La macchina per portare in Borsa Veneto Banca si metterà in moto giovedì prossimo. È questa la data su cui sta ragionando il consorzio di garanzia guidato da Banca Imi in vista dell'aumento di capitale da 1 miliardo di euro a servizio della quotazione a Piazza Affari del gruppo di Montebelluna che prevederà, a differenza dell'operazione della Popolare di Vicenza, anche l'offerta in opzione ai soci.
Salvo intoppi, quindi, tra tre giorni partirà il sondaggio tra gli investitori interessati a sottoscrivere le nuove azioni. A valle del pre-marketing, che dovrebbe durare circa cinque giorni, sarà fissato l'intervallo di prezzo a cui saranno offerte le azioni,  che sarà reso noto al mercato subito dopo la pubblicazione del prospetto da parte della Consob. L'offerta dovrebbe partire ai primi di giugno e visto che c'è il diritto di opzione ai soci dovrà durare almeno fino a metà giugno. L'eventuale debutto è atteso quindi a fine mese.
Intanto il consiglio di amministrazione del gruppo montebellunese, presieduto da Stefano Ambrosini, accelera anche sui procedimenti nei confronti dei vecchi vertici della banca: il cda ha deliberato all'unanimità di convocare l'assemblea dei soci il prossimo 15 luglio proprio per la votazione sull'avvio dell'azione di responsabilità.
Approvato all'unanimità anche il piano industriale e confermato il cosiddetto "Progetto Serenissima" (ovvero il percorso ricapitalizzazione e quotazione in Borsa, dopo la già avvenuta trasformazione in spa) nelle sue linee portanti, autorizzando il proseguimento degli adempimenti funzionali all'esecuzione dello stesso.