Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: È GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Primo obiettivo far restare sul territorio i soldi delle imprese"

MARIO POZZA PRESIDENTE DELLA CCIAA UNIFICATA

Prende avvio l'ente nato dalla fusione tra Treviso e Belluno


TREVISO - Mario Pozza è il primo presidente della Camera di commercio unificata di Treviso e Belluno. E' stato eletto ieri, all'unanimità, per acclamazione, dal nuovo consiglio dell'ente, riunito questo pomeriggio per la sua prima seduta. Con l'insediamento del "parlamentino" camerale ha preso ufficialmente avvio la nuova Ccia interprovinciale: con oltre 126mila imprese rappresentate si tratta del maggior organismo in Veneto. L'iter di fusione - la seconda realizzata in regione, dopo quella tra Venezia e Rovigo - è durato più di un anno.
Pozza, imprenditore nel settore odontotecnico di Motta di Livenza, è stato a lungo leader provinciale della Confartigianato ed era vicepresidente uscente della Cciaa di Treviso, sostituisce Nicola Tognana e Luigi Curto, rispettivamente alla guida delle istituzioni della Marca e di Belluno.
Il programma del nuovo mandato, ha spiegato il neopresidente, verrà elaborato in stretta connessione con le associazioni di categoria e le imprese: per questo motivo verrà anche effettuato nelle prossime settimane un sondaggio per chiedere ad un significativo campione di imprenditori il loro giudizio sulla Camera di commercio. Pozza ha comunque avanzato già alcune proposte concrete: la Ccia potrebbe porsi come modello di unificazione per i comuni e per la gestione degli sportelli unici delle atttività produttive. Il patrimonio di informazioni messo a disposizione dalle imprese iscritte, invece, potrebbe essere utilizzato per favorire l'incontro tra la domanda di lavoro da parte dei giovani e l'offerta da parte del mercato.
Il primo scoglio da affrontare, tuttavia, sarà il taglio dei fondi: l'abolizione del diritto camerale voluta dal governo, rischia di dimezzare le entrate. "La vera beffa, però - ha spiegato il presidente -, è che la Camera dovrà versare allo Stato i risparmi ottenuti grazie alla maggiore efficienza. Per il 2016 si tratta di un milione di euro. Un'ingiustizia sostanziale a cui si deve porre rimedio". "Non chiediamo ulteriori finanzimenti - ha attaccato nuovo numero uno -, ma che i soldi delle imprese di Treviso e Belluno possano essere utilizzati sul territorio".