Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'analisi della Camera di commercio sul primo trimestre

MANIFATTURIERO, AD INIZIO 2016 MEGLIO L'ITALIA DELL'EXPORT

Frena l'economia trevigiana rispetto agli ultimi 3 mesi 2015


TREVISO - Manifatturiero trevigiano, come è andata la prima parte dell’anno? Malino, rispetto al trimestre precedente: lo conferma la periodica indagine della Camera di commercio, soprattutto con riferimento alle imprese più esposte sui mercati esteri. Prosegue tuttavia il trend di su base annua, che resta positivo per quasi tutti gli indicatori. Ciò anche per un effetto compensazione generato da quella parte di imprese (in prevalenza piccole) che lavora sulla componente nazionale della domanda, in recupero. Peraltro, le previsioni moderatamente positive per il secondo trimestre (aprile-giugno), coerenti con gli indicatori anticipatori disponibili a livello nazionale, fanno pensare ad un altro "stop and go" vissuto dal sistema imprenditoriale trevigiano. Più in generale, spiegano dall'ente di piazza Borsa, la variabilità e l’instabilità restano ancora i tratti di fondo del ciclo economico.
La produzione mostra un andamento "strabico". La variazione annua è del più 3,5%, senza significative disparità tra imprese appartenenti alle diverse classi dimensionali. Il passo congiunturale, cioè rispetto al precedente trimestre, tuttavia, è negativo: meno 1,6%. E questa negatività è generata in prevalenza dalla media impresa, di contro alla “calma piatta” della piccola impresa e ad una lieve positività per la micro-impresa.
Il fatturato testimonia la parziale divergenza tra performance sui mercati esteri e sul mercato nazionale (al contrario di come solitamente abituati) emerge in modo abbastanza chiaro dalle variazioni congiunturali sul fatturato. Quello estero conosce una flessione del 5,3%, più sostenuta nella media impresa, ma che non risparmia neppure la piccola impresa. Anche le vendite in Italia risultano in flessione nel trimestre (meno 2,1%); ma si smarcano in positivo, rispetto a questo dato, le microimprese (più 2,2%).