Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si faceva passare le risposte di procedura civile con l'auricolare

ESAME CON IL SUGGERITORE, DENUNCIATA STUDENTESSA DEL BO

Si indaga su un caso analogo anche a Giurisprudenza a Treviso


PADOVA - Si faceva suggerire le risposte dell'esame grazie ad un microauricolare e ad un sofisticato sistema di collegamento. A tradire una studentessa, durante un appello di procedura civile alla facoltà di giurisprudenza di Padova, il tasto del vivavoce premuto per errore. Ed è così arrivata la Polizia: la ragazza, 25 anni veneta, è stata denunciata per alterazione di una prova d'esame. Nei guai pure il suggeritore, anche lui 25enne, accusato di falso ideologico, truffa e violazione della legge sul plagio. Per l'aiuto illecito si sarebbe fatto pagare 50 euro. A portare in luce il sisteme ed incastrare i due, sarebbero state anche le segnalazioni di alcuni compagni di corso.
“Aspettiamo che la Procura svolga le indagini su quanto successo e poi, oltre alle eventuali conseguenze penali, porteremo il caso davanti alla Commissione disciplinare d'Ateneo" spiega Daniela Mapelli, prorettore alla Didattica dell'ateneo patavino. Le indagini, intanto, continuano perchè non si tratterebbe di un episodio isolato: nei mesi scorsi erano già stati inviati due esposti in Procura e ci sono ombre anche su un caso analogo avvenuto a Treviso.