Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Poco dopo le 14.30 il passaggio per il capoluogo

L'ENTUSIASMO DI TREVISO PER IL GIRO

Nonostante la pioggia, folla a San Tomaso per la corsa rosa


TREVISO - Pochi secondi, ma sufficienti a risvegliare la passione. Il Giro d'Italia ha attraversato la Marca, nel corso della 12esima tappa, da Noale a Bibione: la carovana rosa proveniente da Mestre, ha attraversato il centro di Mogliano e poi, dopo essere transitata per il territorio di Casale sul Sile e Silea, quello di Treviso. Ovunque tanta la gente assiepata a bordo strada per vedere passare i campioni (ed i gregari) del pedale, nonostante la pioggia. Nel capoluogo il punto più gettonato è stato all'esterno di porta San Tomaso: nella curva che da viale Nino Bixio immette in viale Vittorio Veneto, si sono radunati oltre duecento spettatori, alcuni in attesa fin da un'ora prima del passaggio della corsa. Preceduti dal consueto corteo di furgoni pubblicitari, auto dell'organizzazione e motociclette della Polstrada e dei fotografi, alle 14.37 sono passati in testa due fuggitivi, Daniele Oss (Bmc) e Maestri (Bardiani), poi con un ritardo di circa due minuti il gruppo, tirato da Sacha Modolo, velocista trevigiano e tra i favoriti per la vittoria finale. Ad assistere anche l'assessore allo Sport, Ofelio Michielan, e Carla Pinarello e gli altri rappresentanti della celebre famiglia trevigiana di costruttori di biciclette.
Applausi ed incitamenti per tutti, sventolio di bandierine rosa, poi dopo pochi secondi la folla si dirada, mentre il gruppo prosegue, lungo viale Felissent e la Pontebbana, in comune di Villorba, per poi svoltare verso Maserada, Ormelle, Oderzo e da lì, raggiungere Portogruaro e il litorale di Bibione, per il circuito finale e il traguardo riservato agli sprinter.

Galleria fotograficaGalleria fotografica