Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Poco dopo le 14.30 il passaggio per il capoluogo

L'ENTUSIASMO DI TREVISO PER IL GIRO

Nonostante la pioggia, folla a San Tomaso per la corsa rosa


TREVISO - Pochi secondi, ma sufficienti a risvegliare la passione. Il Giro d'Italia ha attraversato la Marca, nel corso della 12esima tappa, da Noale a Bibione: la carovana rosa proveniente da Mestre, ha attraversato il centro di Mogliano e poi, dopo essere transitata per il territorio di Casale sul Sile e Silea, quello di Treviso. Ovunque tanta la gente assiepata a bordo strada per vedere passare i campioni (ed i gregari) del pedale, nonostante la pioggia. Nel capoluogo il punto più gettonato è stato all'esterno di porta San Tomaso: nella curva che da viale Nino Bixio immette in viale Vittorio Veneto, si sono radunati oltre duecento spettatori, alcuni in attesa fin da un'ora prima del passaggio della corsa. Preceduti dal consueto corteo di furgoni pubblicitari, auto dell'organizzazione e motociclette della Polstrada e dei fotografi, alle 14.37 sono passati in testa due fuggitivi, Daniele Oss (Bmc) e Maestri (Bardiani), poi con un ritardo di circa due minuti il gruppo, tirato da Sacha Modolo, velocista trevigiano e tra i favoriti per la vittoria finale. Ad assistere anche l'assessore allo Sport, Ofelio Michielan, e Carla Pinarello e gli altri rappresentanti della celebre famiglia trevigiana di costruttori di biciclette.
Applausi ed incitamenti per tutti, sventolio di bandierine rosa, poi dopo pochi secondi la folla si dirada, mentre il gruppo prosegue, lungo viale Felissent e la Pontebbana, in comune di Villorba, per poi svoltare verso Maserada, Ormelle, Oderzo e da lì, raggiungere Portogruaro e il litorale di Bibione, per il circuito finale e il traguardo riservato agli sprinter.

Galleria fotograficaGalleria fotografica