Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rieletto in cda il presidente Michielin: "La bcc è solida"

BANCA DELLA MARCA, BILANCIO APPROVATO ALL'UNANIMITÀ

Oltre mille soci all'assemblea di S. Lucia di Piave


SANTA LUCIA DI PIAVE - I soci di Banca della Marca approvano il bilancio 2015 pressoché all'unanimità, con un solo astenuto.
L'assemblea della bcc di Orsago, tenutasi domenica alla Fiera di Santa Lucia di Piave, ha visto la partecipazione di un migliaio di persone. L'istituto ha chiuso il 2015, con 4 miliardi di euro gestiti, 4,6 milioni di utile ed un patrimonio netto a 179 milioni. Il Cet 1, uno dei principali indicatori di solidità patrimoniale, è al 15%, mentre la copertura delle sofferenze si attesta al 61% e quella dei crediti deteriorati al 46,7%.
I soci hanno anche eletto tre consiglieri: Pietro Marcolin, Giuseppe Morettini e il presidente uscente Gianpiero Michielin, che dunque dovrebbe essere riconfermato nella carica dal cda di lunedì sera.
Michielin ha così espresso la sua soddisfazione: "Il quadro è assolutamente positivo. I numeri premiano il lavoro fatto in questo anno e quello che emerge con evidenza, in un momento di difficoltà per molti istituti, è il fatto che Banca della Marca ha i conti in ordine ed è in salute. Questo grazie all’operato del cda, del management e di ogni singolo dipendente che con competenza ed impegno hanno permesso di raggiungere a questi risultati. Si tratta di una capacità di fare squadra che ci permetterà di raggiungere traguardi importanti e vincere le sfide che abbiamo davanti".
Il presidente ha ribadito che la banca è solida e può puntare al futuro con fiducia. Tra le prospettive anche quella di un'aggregazione, secondo un processo di sviluppo dimensionale che sta interessando il mondo del credito cooperativo: massimo riserbo sul possibile partner, ma si guarderebbe a qualche consorella del Veneto centrale.
"La nostra volontà è forte e chiara - ha ribadito Michielin -: dare credito ai giovani, famiglie e a quelle imprese che creano occupazione. In questo modo possiamo rispondere fino in fondo alla nostra missione che è quella di far crescere l’economia del territorio”.
Eletto anche il collegio sindacale: Claudio Sernagiotto (presidente), Mario Tauro, Giuseppe Tomasella (effettivi), Corrado Arnosti, Marzio Battistella (supplenti). I probiviri, infine, saranno: Gabriele Beggiato, Gianandrea Sala, Pietro Colautto, Marco Pistritto. Il presidente, indicato come da statuto dalla Federazione Veneta delle bcc, sarà Ilario Novella, presidente della federazione stessa.