Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista in Buongiorno Veneto Uno all'assessore Franchin

GRANDE GUERRA, NEL GIUGNO TREVIGIANO

Risponde alle polemiche di Conte sui tagli alla Pastoria


TREVISO - Una rassegna dedicata alla Grande Guerra che unisce quattro importanti realtà culturali del capoluogo della Marca.
Questo è "Grande Guerra" il cartellone che prenderà il via dal 1 all'11 giugno a Treviso attraverso un approcio multidisciplinare: teatro, musica, poesia, arte in tutte le sue forme.
Sei gli eventi organizzati da Alcuni, Teatri e Umanesimo Latino, TRA e Teatro del Pane che utilizzeranno i diversi linguaggi artistici per interrogare le diverse sfaccettature di quello che è stato un conflitto che ha trasformato il volto geopolitico dell'Europa.

"Ancora una volta siamo chiamati a non dimenticare, - spiega l'assessore alla Cultura Luciano Franchin - a tenere vivo il ricordo di un conflitto che ha trasformato il volto
geopolitico dell’Europa: ciò che siamo oggi, nel bene e nel male, trova radici profonde in quegli anni, in quelle morti, in quei patti con i quali si disegnava una nuova geografia politica che avrebbe conosciuto successivi tragici cambiamenti.
Ancora una volta siamo chiamati a non cedere all’indifferenza e alla delusione per continuare a coltivare, pur a fatica, la speranza."

L'assessore Franchin, ospite dei nostri studi nel corso di Buongiorno Veneto Uno ne ha approfittato per fare il punto della situazione rispetto al tema della cultura nel capoluogo, quali le sfide aperte per il settore cultura alla luce della sensibile riduzione della capacità di spesa in bilancio.

L'intervista è stata anche l'occasione per rispondere ad una polemica aperta dal consigliere leghista Mario Conte, che accusa l'amministrazione di puntare su grandi mostre, tagliando però i fondi destinati a radici e tradizioni "Le prime vittime sono i festival del folklore destinati a sparire in un'operazione di macelleria" ha dichiarato Conte sulle pagine de La Tribuna.
Secca la risposta dell'assessore Franchin, "Si tratta di voci in spesa che non vanno confuse. Mi sorprendo perchè, queste cose, a Conte, le avevo già spiegate"

Qui il video dell'intervento dell'assessore Luciano Franchin sul caso Conte.
E l'audio con l'intervista completa.

Galleria fotograficaGalleria fotografica