Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sabato 28 maggio la mostra dell'architetto Klaus Theo Brenner

TORNA PADOVA ARCHITETTURA, DIBATTITI E MOSTRE

L'intervista a Cinzia Simioni dell'associazione Di Architettura


PADOVA - Ritorna a Padova il dibattito sull’architettura, con esponenti di spicco a livello internazionale che esporranno le loro idee e progetti su temi delicati e di primaria importanza per il territorio patavino. Si parlerà infatti di spazi riservati alla salute, allaspiritualità, alla cultura, all’istruzione. Si aprirà un dibattito sul rapporto con l’antico e il territorio.

Con Padova 2016 architettura l’Associazione culturale Di Architettura in collaborazione con il Comune di Padova riconferma la formula vincente delle conferenze affiancate ad esposizioni di progetti ad ampio respiro.

“Sarà un’occasione per conoscere storie e progetti di architettura, insieme ad alcuni grandi maestri internazionali, nella cornice dei più importanti monumenti della città di Padova

e del suo territorio”, afferma Cinzia Simioni, vice presidente Di Architettura.

La prima conferenza dal titolo “Architettura e spazi per la salute” in programma mercoledì 18 maggio alle ore 18 presso il nuovo Auditorium dell’Orto Botanico*(ingresso da prato della Valle, vicino al civico 57) vede protagonisti gli architettiAlbert De Pineda e Stefano Capolongo.

*Ai primi 40 ingressi verrà dato un biglietto omaggio per la visita all’Orto Botanico (valido sino al 31-12- 2016).

 

Lo spagnolo Albert De Pineda è considerato uno dei massimi esperti mondiali diarchitettura ospedaliera, classe 1953 ha fondato tra gli altri lo studio Pinearq. Suo il progetto per l’Hospital del Mar a Barcellona e di altri in Germania e Portogallo. De Pineda è attualmente impegnato nella realizzazione del nuovo ospedale di Pordenone, in merito al quale ha dichiarato: “L’ospedale del futuro deve essere perfettamente integrato nel luogo in cui sorge, non soltanto a livello urbanistico e architettonico. Deve soddisfare le esigenze della popolazione che deve servire. A ciò si associa la necessità di garantire un’ottima organizzazione funzionale. Deve anche far sentire il paziente a casa. La creazione di spazi a carattere domestico – afferma – è un obiettivo che deve essere sempre ricercato nella costruzione di un ospedale. Per esempio, attraverso l’uso della luce naturale, del verde come fonte di benessere e di materiali caldi si raggiunge il rispetto della privacy per ogni paziente”.

Inserita all’interno di Padova 2016 architettura, la mostra dal titolo Stadtarchitektur dell’architetto tedesco Klaus Theo Brenner riunisce a Padova una raccolta dei suoi più importanti progetti, formati da piante, sezioni, schizzi e collage. 
La mostra sarà divisa in due grandi sezioni, Case Urbane e Quartieri Urbani e comprende anche le immagini fotografiche di tutte le sue realizzazioni.

Organizzata dall’Associazione culturale Di Architettura in collaborazione con ilSettore Urbanistica e il Settore Cultura del Comune di Padova, la mostra monografica si inaugura il 28 maggio con una lectio magistralis di Klaus Theo Brenner.

“Sarà una preziosa occasione per conoscere più da vicino il pensiero e il modus operandi dell’architetto – precisa Cinzia Simioni, vice presidente Di Architettura – inoltre si parlerà anche di Padova, città conosciuta e apprezzata da Theo Brenner”.

E’ il centro storico ad interessare particolarmente l’architetto, in particolare perché conserva ancora una dimensione cittadina e non turistica. “Il centro storico di Padova possiede un’atmosfera molto viva, densa e piacevole. Nutro particolare interesse non solo per i monumenti storici ma anche per la densità e la qualità degli spazi pubblici, caratterizzati da un sistema contrastante di portici e piazze. Anche l’architettura moderna, antecedente la seconda guerra mondiale, ha un valore molto significativo nell’ambiente storico”, afferma Theo Brenner.



Mostra

a cura di Associazione culturale Di Architettura in collaborazione con i Settori Urbanistica e Cultura del Comune di Padova.

28 maggio – 3 luglio 2016

ore 10.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00

chiuso il lunedì

 

Inaugurazione

Sabato 28 maggio ore 18.00

Lectio magistralis di Klaus Theo Brenner

 

Palazzo Angeli

Prato della Valle, 1/a

Padova

 

Ingresso libero


Galleria fotograficaGalleria fotografica