Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Vicenza, domenica lo spettacolo ispirato alla commedia di Shakespeare

AL TEATRO ASTRA 42 ASPIRANTI ATTORI NEI "SOGNI"... DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

L'intervista alla regista, Ketty Grunchi


VICENZA - Quarantadue tra bambini, giovani e adulti, dai 6 ai 50 anni, si preparano a salire quest’anno sul palco del Teatro Astra di Vicenza per la restituzione scenica di “FABBRICATEATRO”, il percorso laboratoriale condotto dall’attrice e regista Ketti Grunchi e organizzato da La Piccionaia in collaborazione con Polo Giovani B55. Titolo dell’allestimento, che verrà presentato al pubblico domenica 29 maggio (ore 21), “DREAMS/SOGNI”.

Lo spettacolo è il risultato di un percorso che quest’anno è durato sei mesi ed ha coinvolto i partecipanti con modalità diverse a seconda delle differenti fasce d’età.
Il lavoro, scritto e diretto dalla stessa Grunchi e liberamente tratto da “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare, è un viaggio che ha come punto di partenza la dimensione onirica personale e la proiezione di noi stessi nel futuro. Il punto di arrivo è la grande poesia onirica di Shakespeare nella lunga e magica notte di mezza estate. Lì tutto può accadere, tra personaggi umani e animali, in nome dell’innamoramento cieco e folle. Ci siamo trovati così davanti a un sogno senza fondo, in un clima che ci sospende a metà strada tra sogno e stato desto, notte e giorno, confondendo ed invertendo i due livelli nella mente dei personaggi. I contrasti tra gli amanti, umani e fatati e le prove segrete di una compagnia di attori scalcinati portano tutti i protagonisti nel cuore di una foresta incantata al limite della città. Tra comici equivoci e magiche sorprese la notte trascorre come un sogno, al termine del quale sarà difficile distinguere le visioni dalla realtà.

Giunto quest’anno alla sua quarta edizione, “FABBRICATEATRO” è un percorso formativo nato con l’obiettivo promuovere la cultura teatrale e dare sostegno all’innovazione con particolare attenzione verso le giovani generazioni. Un laboratorio incentrato sul lavoro teatrale, che nasce con l’ambizione di veder crescere una nuova generazione di attori, in una fucina di ricerca in cui coltivare il desiderio di espressione e studiare i nuovi linguaggi, anche grazie alla visione di alcuni degli spettacoli della stagione del contemporaneo dell’Astra.

Un percorso che continua a regalare stimoli e soddisfazioni ai suoi partecipanti, che hanno potuto entrare in contatto con alcuni artisti della stagione del Teatro Astra in occasione di speciali workshop. Alcuni di essi, poi, hanno partecipato alla residenza condotta da Marta Dalla Via nello spazio teatrale vicentino lo scorso aprile, per poi andare in scena in “Oltre Alice. Personale Politico Pentothal”, il secondo studio dei Fratelli Dalla Via verso uno spettacolo su Andrea Pazienza. Non solo: cinque di loro partecipano a livello professionale a progetti di allestimento per l’infanzia e per adulti e alla nuova produzione dedicata alla fascia d’età 0 – 3 “Cucù”, il cui studio è andato in scena lo scorso marzo nell’ambito del prestigioso Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia di Bologna “Visioni di futuro, visioni di teatro” e poche settimane fa anche al Festival di Arte e Teatro per la Prima Infanzia di Ravenna “ArteBebè”. Un gruppo di cui fa parte anche Aurora Candelli, storia partecipante di Fabbricateatro, che per il secondo anno ha affiancato la partecipazione ai corsi con la conduzione del laboratorio dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni.

I partecipanti: Pietro Baldin, Francesca Bellini, Fabio Benetti, Tecla Boscolo, Pietro Bruni, Lucia Campiello, Aurora Candelli, Gioacchino Casali, Nicole Cecchinato, Alessia Collavo, Arianna Cusmano, Daniela Dalla Via, Marco Faccin, Valentina Faletti, Maria Beatrice Farinello, Elena Favero, Silvia Giacomon, Viola Gigante, Giovanni Gottardo, Anna Grammaticopolo, Caterina Lucido, Marta Maistrello, Greta Marchetto, Anna Masenello, Pietro Melpignano, Giancarlo Munarini, Leonardo Padrin, Remo Peronato, Delfina Pevere, Carmen Pietroluongo, Matilde Rossato (1), Matilde Rossato (2), Asia Maria Salvarese, Stefano Salvetti, Francesca Tolio, Alessandra Trevisan, Sofia Trevisan, Luigi Vannucci, Viviana Vezzani, Giovanni Vio, Cristina Zamunaro, Patrizia Zanatto


Biglietto unico € 5.
Info e biglietteria: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza, telefono 0444 323725 – email info@teatroastra.it, www.teatroastra.it - www.b55.it