Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ricerca ancora senza esito, non si hanno più notizie dal 6 febbraio

IL SOCCORSO ALPINO SI ESERCITA DOVE È SCOMPARSO GIOVANNI LAVINA

35 uomini impegnati tra Posa Puner e Casera Salvedella


MIANE - Questa mattina 35 persone hanno preso parte a un addestramento di ricerca, localizzato tra il Rifugio Posa Puner e Casera Salvedella, nel comune di Mel, non distante da Cordellon, dove il 6 febbraio venne ritrovata parcheggiata l'auto di Giovanni Lavina, 55 anni, di Tambre, uscito di casa il giorno precedente senza più dare notizie di sé. Le sue ricerche si sono protratte a lungo nei giorni successivi senza purtroppo riuscire a far luce sulla sua scomparsa. Oggi il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi ha deciso, di concerto con gli altri enti impegnati, di fissare appositamente in quei luoghi un'esercitazione, verificando nuove zone e stabilendo il campo base al Rifugio Posa Puner, presente il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino. Nulla di nuovo è emerso dalla ricerca, partita alle 7 e conclusasi con il rientro delle squadre verso le 14.30. È stato ritrovato uno scarponcino non riconosciuto però dai familiari dell'uomo scomparso. Hanno preso parte all'addestramento le stazioni del Soccorso alpino di Prealpi Trevigiane, Belluno, Pedemontana del Grappa, Feltre, Alpago, con 2 unità cinofile, la Guardia di finanza di Cortina, con 2 unità cinofile, la Protezione civile con altre 2 unità cinofile, Corpo forestale dello Stato e carabinieri. La famiglia Lavina ringrazia di cuore quanti hanno partecipato alla ricerca del loro congiunto.