Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nelle ultime tre stagioni ha giocato in Francia e in Inghilterra

TOMMASO BENVENUTI TORNA A CASA PER RILANCIARSI

Il 25enne centro rientra al Benetton dove č cresciuto


TREVISO - Altro rientro dall'estero per il Benetton Treviso. E stavolta è, davvero, un ritorno a casa: il club della Ghirada ha ufficializzato per la prossima stagione di Tommaso Benvenuti.
Il talentuoso classe 1990 (1,86 m x 95 kg) di Vittorio Veneto, cresciuto nel Mogliano Rugby sino a tredici anni, entra a far parte delle giovanili biancoverdi nel 2004.
Trequarti versatile, capace di coprire i ruoli sia di centro che di ala, fa il suo esordio con la prima squadra del Benetton Rugby nella stagione 2009-10 in Super 10 al termine della quale vince il titolo di campione d’Italia collezionando 8 presenze e 25 punti. L’anno successivo nonostante la giovane età è tra i titolari della formazione biancoverde che debutta in Celtic League. Al termine della stagione 2012/2013 con 49 presenze e 68 punti realizzati lascia Treviso per andare a giocare in Top 14, massimo campionato francese, con la maglia del Perpignan, squadra sette volte campione di Francia che oggi milita in PRO D2. Infine nella stagione 2014/2015 Benvenuti passa al Bristol Rugby, squadra con cui pochi giorni fa ha ottenuto la promozione nell’Aviva Premiership.
Inoltre Benvenuti conta ad oggi 34 caps con la maglia della nazionale italiana. Il suo percorso Azzurro parte dall’U17 sino all’Italia “A”, con cui ha giocato nell’autunno del 2009 prima di tornare, nell’inverno del 2010 a rappresentare la Nazionale U20 con cui ha vinto, con i gradi di capitano, l’Europeo FIRA ed il Junior World Rugby Trophy. Fa il suo esordio con la nazionale maggiore nell’autunno del 2010 giocando da titolare contro Argentina ed Australia ed entrando nella ripresa del match vinto a Modena contro le Fiji. Successivamente viene confermato nel gruppo azzurro per il 6 Nazioni 2011, in cui è stato titolare nella storica vittoria di Roma contro la Francia. Ha preso parte al Mondiale 2011 in Nuova Zelanda, alternandosi tra il ruolo e di ala e quello di centro, posizione in cui il CT Brunel lo ha utilizzato nel Sei Nazioni 2012. Infine ha partecipato al 6 Nazioni 2013 ed all’ultimo Mondiale tenutosi lo scorso anno in Inghilterra.
“Sono cresciuto a Treviso e non posso che essere contento di ritornare, speravo di farlo. Il Benetton è sempre stato un grande club, forse in queste ultime stagioni non è stato molto fortunato ma torno anche per poter dare una mano al club e riportarlo nelle posizioni che merita.
L’esperienza all’estero è stata molto utile, mi ha permesso di conoscere nuovi ambienti e diversi modi di interpretare il rugby, una bella sfida ma anche molto formativa”.