Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Costituita la nuova categoria di Confartigianato, presidente Ivan Borsato

BIRRA ARTIGIANALE, ╚ BOOM ANCHE NELLA MARCA

In provincia atttivi 28 birrifici su 84 del Veneto


TREVISO - Il fenomeno della birra artigianale è in netta espansione anche nella Marca. E sono in aumento anche i birrifici. Che ora si organizzano: è stata costituita la nuova categoria, nell'ambito di Confartigianato Marca Trevigiana. Nella prima asemblea, tenutasi mercoledì socros, è stato eletto presidente Ivan Borsato, imprenditore artigiano di Camalò, titolare del “Micro Birrificio Casa Vecia Borsato”. Vicepresidente sarà Fabiano Toffoli dell’azienda “32 Via dei Birrai”.
La costituzione della categoria segna il punto di arrivo di un percorso di presenza sul territorio, che ha visto anche la partecipazione ad importanti manifestazioni, come la Fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave, ed incontri con le istituzioni, che hanno coinvolto il neo vicepresidente Fabiano Toffoli, chiamato a rappresentare l’associazione ed il settore alla 9° Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare del Senato della Repubblica.
Confartigianato Imprese Marca Trevigiana ha deciso di dare forma ed ulteriore slancio a questo percorso, investendo nella costituzione della nuova categoria dei “Birrifici Artigianali”,  pensata per assistere e supportare le aziende nelle necessità operative quotidiane, finanziando e sostenendo allo stesso tempo iniziative di sviluppo, promozione e crescita del settore attraverso progetti speciali dedicati ai numerosi “artigiani del luppolo” trevigiani. Stando ai dati forniti dalla GuidaOnline del 2014 dei produttori di birre artigianali e ripresi dal progetto di legge regionale n. 133, la provincia di Treviso vanta infatti ben 28 delle 83 aziende attive nel Veneto. Seguono Verona e Vicenza, rispettivamente con 15 e 13 imprese.
Un mondo, quello dei birrifici artigianali el territorio, sempre più numeroso, dove qualità e artigianato sono le coordinate fondamentali in cui s’inseriscono metodo di lavorazione, materie prime impiegate nonché professionalità, passione ed eccezionale competenza dei maestri artigiani. Un vero e proprio fenomeno culturale che, i numeri in costante crescita lo certificano, incontra il gradimento dei consumatori che sanno apprezzare la qualità dei prodotti. La birra artigianale, spiegano i promotori, è un’eccellenza enogastronomica del nostro territorio, che va ulteriormente di tutelata e valorizzata anche attraverso specifici provvedimenti.  Tanto più che può rappresentae un volano per tutta la filiera, con ricadute positive dal mondo dei coltivatori fino all’indotto del turismo enogastronomico.