Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domenica alle 10 in tempio la S. Messa presieduta da Mons. Adriano Cevolotto

40 ANNI DI SCOUT D'EUROPA, LA CELEBRAZIONE A SAN NICOLÒ

Poi nelle vie del centro storico di Treviso per una super-foto di gruppo


TREVISO - 40 anni dalla fondazione degli Scout d'Europa. Quest'anno si celebra un importante anniversario una delle due più importanti associazioni cattoliche scout italiane che sarà ricordata con la S.Messa di domenica 5 giugno, presieduta da Mons. Adriano Cevolotto, Vicario generale della diocesi di Treviso, alle ore 10.00 nel tempio di San Nicolò.

L’Associazione italiana Guide e Scout d'Europa cattolici fu fondata il 14 aprile 1976 e in questi quarant'anni è cresciuta costantemente nel tempo continuando a portare avanti l'idea educativa del suo fondatore Baden Powell. Il compleanno sarà festeggiato da ben 3.000 tesserati appartenenti ai due distretti di Treviso Ovest e Treviso Est, per un complessivo di 20 gruppi locali. Alla fine della celebrazione gli scout si recheranno nelle le vie del centro storico di Treviso per una super-foto di gruppo, che suggellerà la giornata del ricordo dei 40 anni dell’Associazione.

In tanti raggiungeranno Treviso, da tutta la diocesi, per questo appuntamento: si stimano 845 coccinelle e lupetti; 985 guide ed esploratori; 392 scolte e rover; accompagnati da capi, sacerdoti, assistenti dei vari gruppi, genitori e amici che vorranno unirsi a questo speciale momento.

Sarà una celebrazione di ringraziamento per il percorso dello scoutismo trevigiano finora svolto, e una richiesta di Grazia per il futuro dell’Associazione. Non mancherà l’occasione per ricordare chi ci ha lasciati dopo aver dedicato, con entusiasmo, la propria vita al servizio delle giovani generazioni.

Tanti volti di ieri e di oggi, di adulti e piccini, di donne e uomini, uniti dalla stessa uniforme, dagli stessi ideali, dal desiderio di fare memoria di una lunga storia che proietta lo scoutismo trevigiano verso nuovi impegni e responsabilità educative nei confronti di giovani e adolescenti.

CHI SONO GLI “SCOUT D’EUROPA”

È un’Associazione educativa presente su tutto il territorio nazionale, ed è riconosciuta dallo Stato e dalla Chiesa. A livello internazionale l’Associazione è parte dell’Unione Internazionale delle Guide e Scouts d’Europa. Lo scopo del movimento educativo si rifà agli ideali proposti dal fondatore Lord Baden Powell, interpretati cattolicamente ed armonizzati con l’indole della gioventù italiana nello spirito della fraternità europea. Per rispettare le naturali differenze ed esigenze fisiche e psicologiche, i ragazzi e le ragazze sono riuniti in unitàomogenee per sesso ed età, con proposte differenti che vanno dagli 8 ai 21 anni. Gli obiettivi di educare la persona nella sua integrità, sono raggiunti attraverso il gioco e l’avventura, la responsabilizzazione del singolo, la realizzazione delle attività principalmente a contatto con la natura ed attraverso la collaborazione fiduciosa con le famiglie dei ragazzi. Le unità presenti in una o più parrocchie possono costituire un gruppo Scout, diretto da una o un capo gruppo. I vari gruppi presenti in una zona costituiscono un distretto, guidato da un commissario di distretto, e più distretti compongono una regione. A livello nazionale operano dirigenti responsabili del coordinamento dell’Associazione e dell’animazione delle attività e delle varie iniziative. Tutti i capi a qualunque livello prestano volontariamente e gratuitamente la propria opera.

Galleria fotograficaGalleria fotografica