Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Maltrattamenti per farsi dare i soldi per alcol e videopoker

BOTTE ALL'ANZIANA MADRE, FINISCE IN CARCERE

Un 36enne viola il divieto di avvicinarsi alla donna: arrestato


TREVISO - Era arrivato a picchiare l'anziana madre per spillarle denaro per giocare ai videopoker e comprare alcolici. E nonostante il divieto del giudice a non avvicinarsi all'abitazione, ha continuato a tormentare la donna. Un 36enne trevigiano, disoccupato, finirà in carcere per maltrattamenti in famiglia.
Era stata la stessa madre a denunciarlo lo scorso marzo, dopo l'ennesimo episodio di violenza, che l'aveva fatta finire al pronto soccorso. Il gip di Treviso aveva imposto all'uomo l'allontanamento alla casa familiare e il divieto di avvicinarsi alla persona offesa. Misure restrittive che il soggetto ha bellamente ignorato, tornando più volte ad assillare la donna, nel frattempo affidata alla cura di altri familiari.
La Procura della Repubblica, su segnalazione dei Carabinieri, ha dunque questo di rafforzare l'interdizione e il giudice ha disposto la custodia cautelare. I militari della stazione di Casale sul Sile hanno notificato il provvedimento al 36enne, in questi giorni ricoverato in ospedale per un problema di saluto: appena verrà dimesso, per lui si aprirà una cella della casa circondariale di Santa Bona.