Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

61enne di Montebelluna disperato per aver perso migliaia di euro

SOCIO MINACCIA SUICIDIO NELLA SEDE DI VENETO BANCA

Entra nella direzione generale e vuole iniettarsi insulina


MONTEBELLUNA - Un azionista di Veneto Banca, disperato per i risparmi persi a causa del crollo delle azioni, ha tentato di suicidarsi nella sede centrale del gruppo montebellunese, a Signoressa, lungo la Feltrina. L'uomo, Claudio Fagan, 60 anni, di Montebbelluna, è riuscito ad entrare nel centro direzionale dell'istituto ed ha raggiunto il quarto piano del complesso, dove sono situati gli uffici della direzione generale. Ha chiesto più volte di essere ricevuto dal direttore generale Cristiano Carrus, ma non avendo ottenuto di parlargli ha minacciato di iniettarsi una fiala di insulina con una siringa che aveva con sè: l'intervento del personale e dei carabinieri, nel frattempo allertati e giunti sul posto, l'ha bloccarlo. Alla base dell'insano gesto, le ingenti perdite subite da lui stesso e dai familiari -  svariate decine di migliaia di euro secondo la sua testimonianza - per il quasi totale azzeramento del valore delle azioni dell'ex popolare trevigiana.

SPORTELLO PER I SOCI PIU' IN DIFFICOLTA'
Stefano Ambrosini, con un comunicato si è detto "profondamente colpito dall’accaduto" ed ha espresso "la solidarietà propria e di tutto il Consiglio di amministrazione al signor Fagan e ai suoi familiari, e ringrazia i dirigenti e i dipendenti della banca per la gestione del difficile frangente, nonché le Forze dell’Ordine per il pronto intervento". "Alla luce della moltitudine dei casi che hanno drammaticamente coinvolto una parte importante dei clienti della Banca, il Presidente annuncia che – previa verifica della compatibilità tecnica – proporrà al Consiglio l’istituzione di uno “sportello” di assistenza (non solo giuridica) per affrontare i casi umani più gravi”.