Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Da lupetti e coccinelle ai rover, messa, canti e poi la foto collettiva

OLTRE 2.500 SCOUT E GUIDE FESTEGGIANO A TREVISO

Mega raduno in piazza Duomo per il 40° della Fse


TREVISO - Oltre 2.500 ragazzi hanno festeggiato a Treviso il 40esimo
anniversario dell'Associazione italiana scout e guide d'Europa, fondata il 14 aprile 1976. Clou della giornata, il raduno in piazza del Duomo: in divisa, con i classici fazzolettoni al collo, lupetti e coccinelle, scout e guide, rover e scolte (secondo le classi d'età in cui è strutturata l'associazione), oltre ai capi dei gruppi e a genitori e familiari, hanno riempito il pavè e la scalinata antistanti la cattedrale. Provenivano dai venti gruppi dei due distretti Treviso Est e Ovest, arrivando anche da fuori provincia, poichè l'organizzazione, di ispsirazione cattolica, ricalca la geografia della diocesi. Giovanissimi e meno giovani avevano prima stipato il tempio di Sa Nicolò, per la messa celebrata dal vicario vescovile don Adriano Cevolotto, insieme a diversi assistenti spirituali dei gruppi scout. E' stata ribadita l'importanza dei valori del movimento e del metodo educativo, avviato da Robert Banden Powell ad inizio del secolo scorso e diffusosi in tutto il mondo. Gli "esploratori" hanno ricordato anche i tanti amici andati avanti in questi anni. Tra i presenti anche il sindaco Giovanni Manildo, a lungo scuot ed anche "Akela" (responsabile dei lupetti) nel gruppo Treviso 7° di Santa Maria del Rovere.
Poi tutti insieme si sono trasferiti in piazza Duomo: canti, i tipici motti e infine, lo sventolio dei fazzolettoni e l'urlo simmultaneo "Quaranta" per la mega foto collettiva, prima del rompete le righe.