Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Atto dovuto della Procura per far luce sull'episodio

MORTE DEL CAMERUNENSE, INDAGATI I DUE POLIZIOTTI

L'immigrato sarebbe morto per infarto dopo colluttazione


TREVISO - E' stata aperta dalla Procura un'indagine per omicidio colposo nei confronti dei due poliziotti che ieri a Conegliano hanno arrestato il trentenne camerunese Donald Fombu Mboyo, morto in via Manin colpito apparentemente da un malore. Infatti gli inquirenti intendono fare piena luce sulla vicenda, anche se l'iscrizione dei due agenti nel registro degli indagati che hanno partecipato al'arresto èstata un atto dovuto. Ad ogni modo nelle ultime ore sembra si sia riusciti a fare sulle circostanze del fatto. Il decesso dell'immigrato, già noto alle forze dell'ordine, sarebbe avvenuto dopo una colluttazione nata dalla reazione del giovane nel tentativo di sfuggire ai poliziotti. Mboyo secondo un primo accertamento medico sarebbe morto per infarto, tuttavia la conferma dovrà arrivare dall'autopsia.
Il questore di Treviso, Tommaso Cacciapaglia ribadisce come l'indagine rappresenti un atto dovuto, confermando che l'operato degli agenti è avvenuto nel pieno rispetto delle norme, come confermato da svariate testimonianze.