Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6░ APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Convegni, mostre, visite guidate, pic nic e la rievocazione dell'assedio del 1511

LE MURA COMPIONO 500 ANNI: 500 GIORNI DI EVENTI PER CELEBRARLE

Il Comune vicino a chiudere con uno sponsor per il restauro


TREVISO - Forse non sono il monumento più esaltato e più ammirato dai turisti, ma di certo sono quello più "vissuto" dai trevigiani. Le Mura sono state edificate tra il 1.500 e il 1.530: il Comune ha scelto dunque ques'anno e il prossimo per celebrarne il cinquecentenario. 500 giorni per 500 anni, di convegni, eventi culturali, visite guidate e manifestazioni per ricordare e conoscere meglio la cinta che racchiude e caratterizza il centro storico di Treviso.
Ma anche l'occasione, per rilanciarne la valorizzazione: l'assessore alla Cultura, Luciano Franchin ha annunciato che è in fase avanzata la stipula di una accordo con un importante impresa del territorio per sponsorizzare il restauro di un tratto del terrapieno, secondo una linea di mecenatismo privato già attuata con successo all'epoca di Giancarlo Gentilini. Si attende a giorni, invece, il completamento dell'iter burocratico per il passaggio all'amministrazione municipale della porte monumentali che intervallano la corti: a tutt'oggi, infatti, i fabbricati sono di proprietà del Demanio.
Nutritissimo, il programma di iniziative per i 500 anni messo a punto dal comitato scientifico coordinato da Paolo Ruggieri, in collaborazione con associazioni, scuole e fondazioni e sostenuto da FriulAdria Credit Agricole. Si comincia venerdì sera (alle 18.30 all'auditorium di Santa Caterina) con la conferenza inaugurale su "Treviso e le sue Mura: la storia comincia". Ne seguiranno altre nove, dagli aspetti storici a quelli artistici, dal sistema di difesa idraulico ai progettisti, dai sotterranei al ruolo in epoca moderna. E poi una visita alle mura in bicicletta, un concorso fotografico, una giornata di degustazione di cucina rinascimentale, un pic nic sulle mura , un week end con rievocazione storica dell’assedio dl 1511, un concerto di musica rinascimentale, un progetto scuola per coinvolgere i giovani trevigiani, una mostra di documenti, reperti, immagini e progetti. E per chiudere un convegno sul tema delle città murate, con i loro problemi e le loro opportunità.
"Le mura di Treviso compiono 500 anni: storia antica di una presenza che ha segnato e continua a segnare le sorti della città. L'amministrazione comunale di Treviso offre, a trevigiani e non, la possibilità di scoprire o riscoprire, con occhi nuovi il monumento più importante della città e più presente nella vita cittadina, luogo di affetti, di cultura, di divertimento", ha dichiarato l'assessore ai beni culturali del Comune di Treviso Luciano Franchin.