Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coin e Da Re: "Credibilità, coesione e meglio correre da soli"

"MODELLO TREVISO ANCHE NELLE ALTRE PROVINCE"

La Lega si gode il successo alle recenti comunali


TREVISO - Sette Comuni al voto nella Marca, sei sindaci leghisti riconfermati o eletti strappanto il municipio ad altre forze politiche, più Oderzo, dove la candidata del Carroccio si presenta al ballottaggio con un netto margine. La Lega Nord trae un bilancio più che positivo delle elezioni amministrative di domenica scorsa: "Un risultato non del tutto inatteso, perchè sapevamo di poter far bene - sottolinea il segretario provinciale Dimitri Coin -. Abbiamo vinto correndo con il nostro simbolo e, nell'unico comune dove non l'abbiamo fatto, a Monfumo, il sindaco Ferrari è un nostro militante". Il Trevigiano si conferma, dunque, roccaforte leghista. Tanto che Gianantonio Da Re, segretario "nathional" (cioè regionale nell'organizzazione del partito), parla di "un modello Treviso da esportare anche nelle altre province", anche in vista dei rinnovi elettorali del prossimo anno in municipi importanti come Verona, Belluno, Feltre e Conegliano.
Alcuni dei neosindaci con lo stato maggiore della Lega trevigiana
Pur dovuto alla credibilità dei candidati primi cittadini e delle loro squadre, per i vertici della Lega trevigiana, l'esito delle comunali ha anche una chiara valenza politica nei confronti dell'attuale maggioranza di governo. "La gestione federale di Salvini - chiosa Gian Paolo Gobbo - ha riportato voglia di battagliare e persone coerenti con se stesse".
Nell'immediato, intanto, anche nella Marca, il Carroccio punta agli appuntamenti con il referendum sull'autonomia del Veneto promosso dalla Regione e quello sulla riforma costituzionale del governo: un provvedimento, quest'ultimo, fortemente criticato dalla Lega, secondo cui determinerebbe un ulteriore accentramento statalista e una rischiosa deriva antidemocratica.