Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bernini: "Così si compromette la qualità dei servizi"

500 DIPENDENTI IN MENO, COMUNI A RISCHIO

L'allarme della Fp Cgil, mentre cresce la popolazione


TREVISO - Dal 2004 al 2014 la popolazione della Marca è aumentata di 57.533 abitanti, mentre il numero dei dipendenti dei Comuni è diminuito di 433. E, secondo le stime del sindacato, si arriverà a quasi 500 unità in meno entro la fine di quest'anno. Il rapporto tra dipendenti pubblici e residenti, che era di uno a 195, è salito a uno ogni 232.
A diffondere i dati è la Fp Cgil di Treviso. "E' evidente che l’incremento della popolazione amplifica le necessità di espandere e affinare i servizi - commenta il segretario provinciale Ivan Bernini - mentre nella realtà si verifica l’esatto opposto".
Andamento analogo, per i fondi di contrattazione e per quelli destinati ai premi di produttività: in dieci anni, nelle 95 amministrazioni municipali trevigiane, si sono ridotti rispettivamente di quasi 1,7 milioni e di oltre 203mila euro.
E la situazione è destinata a peggiorare a causa del blocco del turnover, che non consente di sostituire i pensionati, penalizzando anche comuni virtuosi. Duplice il rischio, secondo Bernini: da un lato l'impossibilità di rinnovare il personale con nuove figure professionali con competenze adeguate alle nuove esigenze e alle nuove modalità lavorative (si pensi, ad asempio, a tutto l'ambito informatico e tecnologico, ma anche quello dei bandi europei). Dall'altro, il progressivo affidamento all'esterno di servizi che i Comuni non riescono più a svolgere direttamente. "Un processo già in atto nei servizi per l'infanzia o nell'assistenza domiciliare, sempre più privatizzati - nota il segretario della Fp Cgil -, con la conseguenza che le tariffe inevitabilmente aumenteranno".
Bernini sollecita il rinnovo del contratto e la fine dei tagli lineari: "Per questo l’appello non va solo al Governo ma anche alla Regione Veneto - conclude - perché sia maggiormente incisiva rispetto alle politiche di aggregazione dei Comuni e alle istanze rappresentate al legislatore nazionale. Le Unioni e le Fusioni dei Comuni ormai sono una necessità”.