Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bernini: "Così si compromette la qualità dei servizi"

500 DIPENDENTI IN MENO, COMUNI A RISCHIO

L'allarme della Fp Cgil, mentre cresce la popolazione


TREVISO - Dal 2004 al 2014 la popolazione della Marca è aumentata di 57.533 abitanti, mentre il numero dei dipendenti dei Comuni è diminuito di 433. E, secondo le stime del sindacato, si arriverà a quasi 500 unità in meno entro la fine di quest'anno. Il rapporto tra dipendenti pubblici e residenti, che era di uno a 195, è salito a uno ogni 232.
A diffondere i dati è la Fp Cgil di Treviso. "E' evidente che l’incremento della popolazione amplifica le necessità di espandere e affinare i servizi - commenta il segretario provinciale Ivan Bernini - mentre nella realtà si verifica l’esatto opposto".
Andamento analogo, per i fondi di contrattazione e per quelli destinati ai premi di produttività: in dieci anni, nelle 95 amministrazioni municipali trevigiane, si sono ridotti rispettivamente di quasi 1,7 milioni e di oltre 203mila euro.
E la situazione è destinata a peggiorare a causa del blocco del turnover, che non consente di sostituire i pensionati, penalizzando anche comuni virtuosi. Duplice il rischio, secondo Bernini: da un lato l'impossibilità di rinnovare il personale con nuove figure professionali con competenze adeguate alle nuove esigenze e alle nuove modalità lavorative (si pensi, ad asempio, a tutto l'ambito informatico e tecnologico, ma anche quello dei bandi europei). Dall'altro, il progressivo affidamento all'esterno di servizi che i Comuni non riescono più a svolgere direttamente. "Un processo già in atto nei servizi per l'infanzia o nell'assistenza domiciliare, sempre più privatizzati - nota il segretario della Fp Cgil -, con la conseguenza che le tariffe inevitabilmente aumenteranno".
Bernini sollecita il rinnovo del contratto e la fine dei tagli lineari: "Per questo l’appello non va solo al Governo ma anche alla Regione Veneto - conclude - perché sia maggiormente incisiva rispetto alle politiche di aggregazione dei Comuni e alle istanze rappresentate al legislatore nazionale. Le Unioni e le Fusioni dei Comuni ormai sono una necessità”.