Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La conferenza giovedì alle 18 negli spazio di Palazzo Bomben

DESCOMBES OSPITE DI FONDAZIONE BENETTON

Dal 13 al 19 giugno workshop internazionale di progettazione del Prato della Fiera


TREVISO - Giovedì 16 giugno alle ore 18 la Fondazione Benetton Studi Ricerche propone, nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, una conferenza pubblica con Georges Descombes, architetto paesaggista svizzero di fama internazionale, autore di importanti lavori come il Parco di Lancy, la Voie suisse, il progetto di riqualificazione del fiume Aire a Ginevra.

"I progetti paesaggistici dovrebbero essere laboratori open-air - spiega Descombes - nei quali dobbiamo adottare il paradigma lavorare con – dove le azioni umane non interferiscono dall’esterno su un qualcosa di inerte, ma partecipano, dall’interno, ai movimenti di un soggetto vivente. E agiscono attraverso aggiustamenti e correzioni, per adattare ogni azione a una situazione in costante trasformazione. Una modalità che differisce dal seguire rigidamente un piano o un programma precostituiti. Il progetto deve quindi impegnarsi nella direzione di un dialogo con tutte le forze presenti sul territorio. Fisiche e sociali".

L’incontro è proposto in occasione del workshop internazionale di progettazione dedicato al Prato della Fiera di Treviso, che Fondazione organizza da lunedì 13 a domenica 19 giugno, e che vede Descombes nel ruolo di docente, insieme a Anna Lambertini, Università di Firenze, e a Luigi Latini, Università Iuav di Venezia (coordinatore).

Ingresso libero.
Auditorium spazi Bomben, via Cornarotta 7, Treviso.
Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, www.fbsr.it.