Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione antidroga della Questura di Treviso a Marcon

MARIJUANA ED EROINA NASCOSTA FRA VINO E SALAMI

In manette un albanese ed un agricoltore


TREVISO - Importante operazione antidroga della Questura di Treviso coordonata dal dirigente Claudio Di Paola: il bilancio è il sequestro di 20 chili di marjiuana e mezzo chilo di eroina: lo stupefacente era nascosto nel frigorifero della cantina di un agricoltore di Marcon, tra bottiglie di vino e salami, ed era destinato allo spaccio nelle zone di Roncade, Casale e Silea. Il grossista era un albanese di 34 anni. Pedinando l'albanese la polizia ha fatto poi irruzione nell'abitazione dell'agricoltore: la droga ha un valore di circa 90.000 euro. Per l'agricoltore e l'albanese sono scattate le manette per violazione della legge sulla detenzione di sostanze stupefacenti. Entrambi sono rinchiusi nel carcere di Venezia. Sequestrati anche due fucili da caccia ed uno ad aria compressa, trovati nella casa dell'agricoltore, regolarmente detenuti dal padre dell'indagato.