Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Domenica visita agli affreschi di Treviso, la sera concerto in pza dei Signori

"GIUGNO ANTICO": L'URBS PICTA FA DA CORNICE ALLA MUSICA

Martedì 21 la Festa della Musica in "Casa Cozzi"


TREVISO - La terza edizione del progetto Musica antica in casa Cozzi, organizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e da almamusica433, propone Giugno Antico. Tre appuntamenti, in programma a Treviso nelle giornate di domenica 19 e martedì 21 giugno, per esplorare la vita quotidiana di una società, quella a cavallo tra Medioevo e Umanesimo, fino agli albori del Rinascimento, che trova nelle feste di corte e di popolo una vera e propria ritualità condivisa.

Ai nostri microfoni il maestro Stefano Trevisi, direttore artistico di Musica antica in casa Cozzi (in alto il link all'intervista)

Si parte dal centro storico di Treviso, con una passeggiata nella città dipinta, per poi abitare Piazza dei Signori con la musica e la danza antica, e approdare infine nel giardino di casa Luisa e Gaetano Cozzi a Zero Branco (Treviso), per rivivere la magica atmosfera di una festa all’aperto, tra canti e natura. Realizzato con la direzione artistica di Stefano Trevisi, il progetto
entra nel tessuto dell’urbs picta medievale e rinascimentale per raccontare una urbs sonora ideale, tutta da scoprire.

Il programma si apre domenica 19 giugno alle ore 18.30 con Passeggiando nella città dipinta, un percorso a piedi nella storia e nell’arte di Treviso che vuole aprire nuovi sguardi sulle facciate dipinte degli edifici del centro storico. Guidata dall’architetto Rossella Riscica e dalla storica dell’arte Chiara Voltarel, nell’ambito della ricerca che la Fondazione Benetton sta conducendo su Treviso Urbs Picta, la passeggiata invita ad andare alla scoperta di affreschi di epoca medievale – tra regalzier (finiti mattoni) e finti marmi e tappezzerie – e di fregi rinascimentali, ispirati alla tradizione classica, che raccontano una città invasa da giochi e danze di putti, fra nastri e festoni.

Il punto di ritrovo è in Piazza Indipendenza, alle ore 18.15. Da qui il percorso si dirigerà verso la Pescheria e Piazza San Francesco. La prenotazione è obbligatoria (tel. 0422.5121, fbsr@fbsr.it).

Dal segno dipinto al suono antico: la giornata di domenica prosegue alle ore 21 in Piazza dei Signori dove rivivrà l’atmosfera dell’affascinante mondo delle feste di corte e di popolo del Cinquecento. Le musiche eseguite dal vivo dallo storico gruppo bolognese La Rossignol si alterneranno alle coreografie esito del corso di danza antica e rinascimentale Le Gratie d’Amore, curato dal maestro Bepi Santuzzo, erede artistico del famoso studioso John Guthrie. Il corso, svoltosi tra gennaio e giugno 2016 a Treviso e Trieste, ha coinvolto i partecipanti nello studio e nella sperimentazione delle danze più famose dell’epoca, ricostruendo i passi e le figure dei trattati rinascimentali. L’esibizione coinvolgerà sulla scena anche il pubblico e gli ospiti della piazza, per ballare e condividere la gioia della danza e della musica antica.

Giugno Antico si concluderà martedì 21, in occasione della Festa Europea della Musica, con l’attesa Festa d’Estate, consueto appuntamento conclusivo della stagione.
Nel giardino di casa Luisa e Gaetano Cozzi a Zero Branco, residenza di campagna della Fondazione Benetton, andrà in scena Don Quixote, l’ingegnosa erranza nella musica del Siglo de Oro, spettacolo di musica e parole a cura dell’ensemble Sensus. Il testo del Don Chisciotte sarà il punto di partenza da cui ricostruire il paesaggio sonoro contemporaneo a Cervantes, a quattrocento anni dalla sua scomparsa. Le avventure del «cavaliere dalla trista figura», stralunato persecutore di mulini a vento, rivivranno attraverso la voce di Marco Muzzati e nelle musiche eseguite dal vivo con gli strumenti più amati del Siglo de Oro: il liuto e la vihuela, la viola da gamba e l’arpa.

Il concerto si terrà all’aperto, gli ospiti sono invitati a portare un cuscino o una coperta per accomodarsi sul prato. Ingresso su invito, a offerta responsabile.

Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, www.fbsr.it