Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le scuse degli automobilisti: "Mi fermo solo pochi minuti"

SOSTA SULLE PISTE CICLABILI, 15 MULTE IN UNA SETTIMANA

Primo bilancio del giro di vite da parte della Polizia locale


TREVISO - Si è conclusa la prima settimana di intensificazione dei controlli della Polizia Locale nei confronti dei veicoli posteggiati sulle piste ciclabili. L'attività - voluta dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo e pianificata dall'assessorato alla sicurezza con il comando di polizia locale - ha visto l'impiego di numerose pattuglie distribuite su tutto il territorio comunale, a tutela dei numerosissimi utenti a bordo delle biciclette, sopratutto con l'inizio della bella stagione.
Ciò nonostante è stata riscontrata ancora la pessima abitudine dei trevigiani automontati, di sostare il proprio veicolo sulle piste ciclabili, impedendone di fatto la fruizione ai ciclisti. Oltre quindici le violazioni accertate nella prima settimana del piano sperimentale di contrasto al fenomeno che durerà un mese. Alcuni dei guidatori fermati hanno ammesso che il comportamento assunto da conducenti di autovettura li avrebbe infastiditi molto in veste di ciclisti. Altri si sono scusati asserendo d'aver effettuato solo una fermata veloce dell'auto: a tal proposito, si ricorda che il Codice della Strada, a massima tutela dei ciclisti, vieta anche la sola fermata sulle piste ciclabili. Vale a dire che anche sospendere per qualche minuto la marcia a bordo della propria autovettura, comporta una violazione alle regole stradali.