Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La storica azienda di Istrana annovera importanti commesse

GASPARINI INDUSTRIES, IL 2016 SEGNA IL RILANCIO

Fatturato e utili in crescita nella prima parte dell'anno


ISTRANA - Gasparini Industries torna a correre. L'azienda di Istrana, specializzata in macchinari per il taglio e la piegatura di lamine metalliche, dopo aver chiuso il 2015 in pareggio, con un fatturato di 4,5 milioni di euro, archivia una prima parte di 2016 positiva, oltre le aspettative, tanto che le stime di una crescita intorno al milione di euro dovranno con ogni probabilità essere riviste al rialzo. Già ad aprile era stato pressochè raggiunto il budget annuale e soprattutto si consolida un ritorno all'utile. L'impresa ha messo a segno importanti commesse. Tra le più recedneti due piegatrici per altrettanti clienti di Taiwan, una cesoia per la ArcelorMittal, colosso indo-lussemburghese dell'acciaio, un'apparecchiautra per una ditta trevigiana che produce cucine per navi.
Marchio storico della metalmeccanica trevigiana, la Gasparini aveva rischiato il fallimento, finendo in amministrazione straordinaria nel 2009. L'anno successivo era stata rilevata da una cordata di imprenditori, tra cui la famiglia Guderzo di Ponzano. Dopo alcuni anni difficili, in particolare il 2014-15 che hanno obbligato ad un nuovo riassetto e ad una riorganizzazione interna, ora l'azienda pare aver intrapreso la via del pieno rilancio. Con i nuovi ordinativi sono ripresi anche gli straordinari e le prospettive occupazionali sono confortanti: oggi l'industria occupa 44 persone, ma, se il trend sarà confermato, è in programma un incremento dell'organico del 10% in un anno, con assunzioni in produzione e negli uffici tecnici.