Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Di fatto conclusa la trattativa, resta il nodo del Tenni

IL TREVISO PASSA DA PAOLO PINI A TIZIANO NARDIN

Pini: "Lascio il Treviso senza un euro di debito"


TREVISO - Il Calcio Treviso passa da Paolo Pini a Tiziano Nardin e resta dunque in mani trevigiane. Pini ha firmato un contratto preliminare che ora dovrà essere ratificato davanti al notaio, resta il nodo dello stadio Tenni: vedremo se la nuova società ne potrà usufruire. Nardin ha battuto la concorrenza di Stefano Bisogno, imprenditore salernitano. Dice Pini: "Di tempo ormai ce n’era sempre meno e bisognava accelerare-risponde-fra l’altro a Bisogno non ho mai parlato di persona, l’ho solo sentito al telefono: magari se ci fossimo visti avremmo potuto trattare in maniera migliore. Non metto in dubbio che avesse ottime disponibilità economiche ma io ad un certo punto dovevo pur prendere una decisione. E quell’assegno di 30 mila che avevano promesso io in verità non l’ho mai visto. Comunque il Treviso è in buone mani, Nardin ha un progetto valido che credo renderà pubblico quanto prima." In quale situazione finanziaria lascia il Treviso? "Zero debiti, tutto pagato e niente conti in rosso." E come mai allora il Tenni versa in totale abbandono? "Il 16 maggio scrissi al comune avvisandolo che avrei disdetto le utenze, ma lo stadio anche da chiuso costa 500 euro al mese. Inoltre ci sono in essere tre contratti pubblicitari ed il campo di Carbonera che, a parte le bollette, è gratuito."