Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Di fatto conclusa la trattativa, resta il nodo del Tenni

IL TREVISO PASSA DA PAOLO PINI A TIZIANO NARDIN

Pini: "Lascio il Treviso senza un euro di debito"


TREVISO - Il Calcio Treviso passa da Paolo Pini a Tiziano Nardin e resta dunque in mani trevigiane. Pini ha firmato un contratto preliminare che ora dovrà essere ratificato davanti al notaio, resta il nodo dello stadio Tenni: vedremo se la nuova società ne potrà usufruire. Nardin ha battuto la concorrenza di Stefano Bisogno, imprenditore salernitano. Dice Pini: "Di tempo ormai ce n’era sempre meno e bisognava accelerare-risponde-fra l’altro a Bisogno non ho mai parlato di persona, l’ho solo sentito al telefono: magari se ci fossimo visti avremmo potuto trattare in maniera migliore. Non metto in dubbio che avesse ottime disponibilità economiche ma io ad un certo punto dovevo pur prendere una decisione. E quell’assegno di 30 mila che avevano promesso io in verità non l’ho mai visto. Comunque il Treviso è in buone mani, Nardin ha un progetto valido che credo renderà pubblico quanto prima." In quale situazione finanziaria lascia il Treviso? "Zero debiti, tutto pagato e niente conti in rosso." E come mai allora il Tenni versa in totale abbandono? "Il 16 maggio scrissi al comune avvisandolo che avrei disdetto le utenze, ma lo stadio anche da chiuso costa 500 euro al mese. Inoltre ci sono in essere tre contratti pubblicitari ed il campo di Carbonera che, a parte le bollette, è gratuito."