Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Volevo fare qualcosa per aiutare: se serve, sia venduta all'asta"

CARLO BALLJANA DONA UNA SCULTURA AL COMUNE "PIGNORATO"

L'artista trevigiano regala a Farra di Soligo opera da 200mila euro


FARRA DI SOLIGO - Farra di Soligo è l’unico comune della Marca trevigiana, e forse anche d’Italia, che alcuni giorni fa è stato travolto da un atto di pignoramento che ha bloccato la cassa, mettendo in ginocchio tutti i servizi comunali, l’assistenza agli anziani, ai minori in difficoltà, i contributi alle scuole d’infanzia e alle associazioni che operano nel comune. Chiusa anche la biblioteca multimediale, l’auditorium Santo Stefano, il card. Sospesi i pagamenti ai fornitori, in bilico il pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali e il tutto per una causa iniziata 18 anni fa tra alcuni espropriati e dei lottizzanti, sul cui ricorso in Cassazione non è stata ancora emessa sentenza.
L’udienza fissata il 20 giugno in Tribunale a Treviso per discutere in merito all’atto di pignoramento è stata rinviata in quanto l’avvocato degli espropriati non la iscrive a ruolo in tempo per poterla discutere nella data prefissata. Un’altra doccia fredda per il Sindaco del Comune di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi, che si vede costretto ad amministrare un comune senza la possibilità di spendere un centesimo. Le espressioni di solidarietà e vicinanza si sono fatte sentire in questi giorni da colleghi sindaci e istituzioni varie.
Anche lo scultore del Vento e dei Papi, Carlo Balljana, originario di Farra di Soligo ha voluto esprimere la sua vicinanza al sindaco Giuseppe Nardi. “Sto seguendo da un po’ di tempo la catastrofe che si è abbattuta sul Comune – sottolinea l'artista- ed sto pensando il da farsi per arrivare ad una soluzione". "Ha ragione il sindaco Nardi quando dice che gli espropriati e i lottizzanti si devono accordare - continua Balljana -. Io mi permetto di aggiungere: non è giusto che a rimetterci per tutta questa vicenda siano i cittadini, tra l’altro molti non erano neanche nati quando la causa era iniziata. Perché il sindaco e la sua giunta si devono accollare responsabilità che non hanno? L’altro giorno, quando ho letto sulla stampa che l’udienza in tribunale è slittata mi sono venuti i brividi. Ma si può bloccare così un Comune? La data non era stata fissata dai facenti causa? Non c’è proprio più un briciolo di buon senso!"
"Per questo mi è venuto in mente che, oltre ad esprimere la mia solidarietà e vicinanza al sindaco Nardi, persona che stimo per la sua sincerità e trasparenza, dovevo fare qualcosa di concreto e quindi ho pensato di donare al Comune una statua del valore di 200 mila euro, con la possibilità che venga venduta all’asta". Si tratta di un'opera semovente, intitolata “L’Aurora a San Gallo" ed è alta 3 metri e mezzo per 3.
Il sindaco insieme agli amministratori comunali, ai dipendenti, alla cittadinanza, tutta esprime il più sentito ringraziamento all’artista Carlo Balljana. “Carlo è un caro amico da vecchia data - conferma il primo cittadino - ed è proprio nei momenti di difficoltà che si riconoscono le persone che ci vogliono veramente bene. Il suo gesto conferma la bontà d’animo di un grande artista che non ha mai dimenticato il suo paese natale. Se tutti avessero il suo senso civico e morale e si mettessero una mano sulla coscienza si riuscirebbe a risolvere la situazione in cui siamo venuti a trovarci senza colpe”.
Diego Berti