Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il passaggio nella tradizionale cerimonia di chiusura dell'annata

MAURO POLO NUOVO PRESIDENTE DEL ROTARY CLUB TREVISO

Il neuropsichiatra riceve il "collare" da Giuliano Simionato


TREVISO - “Passaggio del collare” al Rotary Club Treviso, che ha salutato il presidente dell’anno rotariano 2015-206, il professor Giuliano Simionato, e ha dato il benvenuto al nuovo presidente: Mauro Polo, neuropsichiatra, già primario dell’Istituto “Gris” di Mogliano Veneto e giudice onorario del Tribunale dei Minori di Venezia.
La rituale cerimonia di fine giugno (l’annata rotariana termina tradizionalmente il 30 giugno) si è svolta nella barchessa del Castello di Roncade, alla presenza del Prefetto di Treviso, Laura Lega, di molti soci dello storico Club trevigiano e di molti amici dello stesso (tra i quali vanno ricordati Martino Zanetti, presidente di Hausbrandt, Bruno Rossetto, amministratore delegato della Nuova industria biscotti Crich, che da anni sostengono alcuni importanti progetti del club, ed Anna Mancini, presidente dell'Advar a cui il club dedica numerose iniziative).
Davanti ad una platea affollata, nella sua ultima serata da presidente,b Simionato ha brevemente riassunto i temi ed i progetti realizzati nella sua laboriosa annata, ma ha voluto soprattutto tracciare un bilancio etico della presenza del Rotary nella società e del R.C. Treviso nella propria comunità. L’operato del club in questa annata presieduta da Simionato sono stati, infatti, sintetizzati dal motto “Cultura, Identità, Sviluppo” e nel suo saluto di congedo il presidente uscente ha ribadito come la cultura non sia un fenomeno elitario, né la mera somma di informazioni, "ma un bisogno vitale e salvifico, soprattutto in momenti bui come quello che stiamo vivendo", invitando alla riflessione sul "rapporto tra cultura e mondialità, intesa come diversità e integrazione, diritti umani e convivenza civile, educazione alla legalità e alla pace".
Tra i vari momenti ufficiali della serata, Simionato ha anche accolto nel club un nuovo socio, l’avvocato Andrea Codemo, e ha consegnato all’architetto Andrea Bellieni, già presidente del Rotary Treviso, un riconoscimento tributatogli dal Rotary International per il suo impegno nell’ampliamento dell’effettivo del club trevigiano.
Oltre a i ringraziamenti a tutti i Consiglieri che hanno operato al suo fianco, il presidente Simionato ha conferito il “Paul Harris Fellow”, la più prestigiosa onorificenza rotariana alla signora Elsa Masia, che il 30 giugno terminerà il suo preziosissimo lavoro di infaticabile segretaria del club, durato oltre quarant’anni. Oltre al PFH e ai regali d’uso, sono stati grandi la commozione e l’affetto tributatole da tutti i soci, che hanno spontaneamente soprasseduto alle formalità del cerimoniale per salutarla con viva ed amorevole simpatia… e qualche affettuosa lacrima.
I rotariani trevigiani hanno, così, brindato alla fine dall’annata presieduta da Simionato il quale, inserendo il proprio nome nel singolare collare che porta incisi tutti i nomi dei presidenti succedutisi alla guida del Rotary Club Treviso dal 1949 (anno della sua fondazione) ad oggi ha così passato le consegne al neopresidente Polo, che ha già provveduto a creare la propria “squadra di lavoro” con la quale sta già lavorando da tempo per un nuovo anno rotariano ricco di iniziative che presenterà ai soci nella sua relazione programmatica, fissata per martedì 5 luglio. Per lui si preannuncia un’annata ricca di impegni e di grande progettualità nel rispetto del motto internazionale “Il Rotary al servizio dell’umanità”.