Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il dg Carrus: "Fusioni? Ci penseremo dopo l'estate"

VENETO BANCA, AD ATLANTE IL 97,64% DELL'ISTITUTO

Il fondo ha sottoscritto 988,5 milioni di aumento


MONTEBELLUNA - Atlante prende il controllo di Veneto Banca e grazie all'iniezione di liquidità il patrimonio del gruppo torna sopra i requisiti minimi richiesti dalla Bce.
Una nota della banca informa, infatti, che "si è regolarmente perfezionata in data odierna l'operazione di aumento di capitale" da un miliardo e Atlante è entrato in possesso di una partecipazione pari al 97,64% dell'istituto di Montebelluna. Nel dettaglio, Quaestio sgr, per conto del fondo di cui è gestore, ha sottoscritto 9.885.823.295 azioni ordinarie di nuova emissione, al prezzo 10 centesimi l'una, per un controvalore totale di 988,58 milioni. Atlante, copre, dunque, tutti i titoli rimasti inoptati al termine della ricapitalizzazione. Alla fine dell'operazione, chiusasi il 24 giugno scorso, è considerando anche le revoche per il mancato sbarco in Borsa, sono state collocate 114.176.705 nuove azioni per un controvalore totale pari a 11,4 milioni di euro, pari all'1,142% dell'offerta globale. 
Grazie alla ricapitalizzazione, i coefficienti patrimoniali del gruppo ad esito dell'aumento risultano quindi pari all'11,22% in termini di Cet 1, a fronte di un livello minimo richiesto dalla Bce (a fine marzo), del 10,25%.
"Atlante entra oggi - ha detto il direttore generale di Veneto Banca, Cristiano Carrus, da Roma dove è intervenuto alla Decima Conferenza del sindacato Fabi -. Lasciamo almeno qualche settimana e l'estate per ragionare su queste cose. Il che non significa fare una  fusione". Il "matrimonio" rimane però l'ipotesi più probabile. Tra le pretendenti, in prima fila, potrebbe esserci Bper. "È una considerazione ragionevole - ha ribadito Carrus -. È certo che i target delle
operazioni di fusione sono limitati. Credo però che sia in Atlante, sia nel management ci sia l'esperienza per fare valutazioni. Cercheremo di mettere a disposizione della società tutte le nostre valutazioni".