Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il dg Carrus: "Fusioni? Ci penseremo dopo l'estate"

VENETO BANCA, AD ATLANTE IL 97,64% DELL'ISTITUTO

Il fondo ha sottoscritto 988,5 milioni di aumento


MONTEBELLUNA - Atlante prende il controllo di Veneto Banca e grazie all'iniezione di liquidità il patrimonio del gruppo torna sopra i requisiti minimi richiesti dalla Bce.
Una nota della banca informa, infatti, che "si è regolarmente perfezionata in data odierna l'operazione di aumento di capitale" da un miliardo e Atlante è entrato in possesso di una partecipazione pari al 97,64% dell'istituto di Montebelluna. Nel dettaglio, Quaestio sgr, per conto del fondo di cui è gestore, ha sottoscritto 9.885.823.295 azioni ordinarie di nuova emissione, al prezzo 10 centesimi l'una, per un controvalore totale di 988,58 milioni. Atlante, copre, dunque, tutti i titoli rimasti inoptati al termine della ricapitalizzazione. Alla fine dell'operazione, chiusasi il 24 giugno scorso, è considerando anche le revoche per il mancato sbarco in Borsa, sono state collocate 114.176.705 nuove azioni per un controvalore totale pari a 11,4 milioni di euro, pari all'1,142% dell'offerta globale. 
Grazie alla ricapitalizzazione, i coefficienti patrimoniali del gruppo ad esito dell'aumento risultano quindi pari all'11,22% in termini di Cet 1, a fronte di un livello minimo richiesto dalla Bce (a fine marzo), del 10,25%.
"Atlante entra oggi - ha detto il direttore generale di Veneto Banca, Cristiano Carrus, da Roma dove è intervenuto alla Decima Conferenza del sindacato Fabi -. Lasciamo almeno qualche settimana e l'estate per ragionare su queste cose. Il che non significa fare una  fusione". Il "matrimonio" rimane però l'ipotesi più probabile. Tra le pretendenti, in prima fila, potrebbe esserci Bper. "È una considerazione ragionevole - ha ribadito Carrus -. È certo che i target delle
operazioni di fusione sono limitati. Credo però che sia in Atlante, sia nel management ci sia l'esperienza per fare valutazioni. Cercheremo di mettere a disposizione della società tutte le nostre valutazioni".