Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/166: I GIORNALISTI GOLFISTI SI SFIDANO IN EMILIA

Il Challenge Aigg fa tappa al club Le Fonti e Bologna


BOLOGNA - Siamo in Emilia, per la terza e quarta tappa del Challenge Aigg Diavolina, e la prima giornata è al Club “Le Fonti”. Ci affacciamo ai piedi dell’appennino tosco emiliano in comune di Castel San Pietro Terme, appena un po’ a est di Bologna sulla storica Via...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il dg Carrus: "Fusioni? Ci penseremo dopo l'estate"

VENETO BANCA, AD ATLANTE IL 97,64% DELL'ISTITUTO

Il fondo ha sottoscritto 988,5 milioni di aumento


MONTEBELLUNA - Atlante prende il controllo di Veneto Banca e grazie all'iniezione di liquidità il patrimonio del gruppo torna sopra i requisiti minimi richiesti dalla Bce.
Una nota della banca informa, infatti, che "si è regolarmente perfezionata in data odierna l'operazione di aumento di capitale" da un miliardo e Atlante è entrato in possesso di una partecipazione pari al 97,64% dell'istituto di Montebelluna. Nel dettaglio, Quaestio sgr, per conto del fondo di cui è gestore, ha sottoscritto 9.885.823.295 azioni ordinarie di nuova emissione, al prezzo 10 centesimi l'una, per un controvalore totale di 988,58 milioni. Atlante, copre, dunque, tutti i titoli rimasti inoptati al termine della ricapitalizzazione. Alla fine dell'operazione, chiusasi il 24 giugno scorso, è considerando anche le revoche per il mancato sbarco in Borsa, sono state collocate 114.176.705 nuove azioni per un controvalore totale pari a 11,4 milioni di euro, pari all'1,142% dell'offerta globale. 
Grazie alla ricapitalizzazione, i coefficienti patrimoniali del gruppo ad esito dell'aumento risultano quindi pari all'11,22% in termini di Cet 1, a fronte di un livello minimo richiesto dalla Bce (a fine marzo), del 10,25%.
"Atlante entra oggi - ha detto il direttore generale di Veneto Banca, Cristiano Carrus, da Roma dove è intervenuto alla Decima Conferenza del sindacato Fabi -. Lasciamo almeno qualche settimana e l'estate per ragionare su queste cose. Il che non significa fare una  fusione". Il "matrimonio" rimane però l'ipotesi più probabile. Tra le pretendenti, in prima fila, potrebbe esserci Bper. "È una considerazione ragionevole - ha ribadito Carrus -. È certo che i target delle
operazioni di fusione sono limitati. Credo però che sia in Atlante, sia nel management ci sia l'esperienza per fare valutazioni. Cercheremo di mettere a disposizione della società tutte le nostre valutazioni".