Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Tempo scaduto, ora basta, sono deluso ed amareggiato"

NARDIN SI RITIRA: IL CALCIO TREVISO RISCHIA DI SPARIRE

Michielan: "Venga lunedì ma voglio garanzie economiche"


TREVISO - Colpo di scena nel Calcio Treviso. Tiziano Nardin ha rinunciato ad ufficializzare l'acquisizione della società biancoceleste, che avrebbe dovuto essere ratificata questa mattina, assieme al vecchio proprietario Paolo Pini, davanti ad un notaio, dopo il passaggio ufficioso delle quote avvenuto con scrittura privata. Mossa a sorpresa che ha spiazzato lo stesso Pini e che di fatto priva la città, a meno di soluzioni dell'ultimo momento, della squadra del campionato di Eccellenza, rischiando l'esclusione del club se entro il 23 luglio non troverà il modo di iscriversi. Il pomo della discordia è stata la gestione dello stadio Tenni, per la quale stanno concorrendo quattro associazioni, che hanno presentato all'amministrazione comunale i loro programmi, oltre a quello dello stesso Nardin, arrivato però in ritardo. Motivo per il quale l'assessore Ofelio Michielan aveva avanzato dubbi sulla sua accettabilità. Dice Nardin: "Ormai non c‘è più tempo, ci ho provato in ogni modo, altri invece continuano a traccheggiare. La squadra era pronta ma i giocatori non possono attendere in eterno, e nemmeno io. Signori, il mio progetto prevedeva l’investimento, fra stadio, società e squadra, di 800 mila euro: che ritorno posso avere se non ho la gestione del Tenni? Qualcuno non ha capito che il calcio è un’azienda, la colpa è del comune, dei tempi burocratici: il giorno dopo che avessi avuto le chiavi del Tenni avrei mandato 30 operai per iniziare i lavori." Replica Michielan: "Nardin è andato avanti a chiacchiere: promesse, parole, farò questo e quello. Io voglio fatti. Era pronto a investire 800 mila euro? Poteva dire anche due milioni: me lo dimostri. Tuttavia se lunedì si presenta nel mio ufficio con una proposta scritta, in cui conferma che investirà la somma che dice fra squadra, società e stadio, io da pubblico ufficiale mi assumo la responsabilità di fermare, causa interessi superiori, il procedimento pubblico già avviato. Nardin sappia che in tre minuti gli firmo tutto ciò che gli serve dopo che mi ha messo sul tavolo le garanzie economiche."