Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Tempo scaduto, ora basta, sono deluso ed amareggiato"

NARDIN SI RITIRA: IL CALCIO TREVISO RISCHIA DI SPARIRE

Michielan: "Venga lunedì ma voglio garanzie economiche"


TREVISO - Colpo di scena nel Calcio Treviso. Tiziano Nardin ha rinunciato ad ufficializzare l'acquisizione della società biancoceleste, che avrebbe dovuto essere ratificata questa mattina, assieme al vecchio proprietario Paolo Pini, davanti ad un notaio, dopo il passaggio ufficioso delle quote avvenuto con scrittura privata. Mossa a sorpresa che ha spiazzato lo stesso Pini e che di fatto priva la città, a meno di soluzioni dell'ultimo momento, della squadra del campionato di Eccellenza, rischiando l'esclusione del club se entro il 23 luglio non troverà il modo di iscriversi. Il pomo della discordia è stata la gestione dello stadio Tenni, per la quale stanno concorrendo quattro associazioni, che hanno presentato all'amministrazione comunale i loro programmi, oltre a quello dello stesso Nardin, arrivato però in ritardo. Motivo per il quale l'assessore Ofelio Michielan aveva avanzato dubbi sulla sua accettabilità. Dice Nardin: "Ormai non c‘è più tempo, ci ho provato in ogni modo, altri invece continuano a traccheggiare. La squadra era pronta ma i giocatori non possono attendere in eterno, e nemmeno io. Signori, il mio progetto prevedeva l’investimento, fra stadio, società e squadra, di 800 mila euro: che ritorno posso avere se non ho la gestione del Tenni? Qualcuno non ha capito che il calcio è un’azienda, la colpa è del comune, dei tempi burocratici: il giorno dopo che avessi avuto le chiavi del Tenni avrei mandato 30 operai per iniziare i lavori." Replica Michielan: "Nardin è andato avanti a chiacchiere: promesse, parole, farò questo e quello. Io voglio fatti. Era pronto a investire 800 mila euro? Poteva dire anche due milioni: me lo dimostri. Tuttavia se lunedì si presenta nel mio ufficio con una proposta scritta, in cui conferma che investirà la somma che dice fra squadra, società e stadio, io da pubblico ufficiale mi assumo la responsabilità di fermare, causa interessi superiori, il procedimento pubblico già avviato. Nardin sappia che in tre minuti gli firmo tutto ciò che gli serve dopo che mi ha messo sul tavolo le garanzie economiche."