Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I funerali saranno celebrati lunedì alle 10, nella chiesa di Villorba

RUGBY TREVIGIANO IN LUTTO PER SANDOR PERON

"Un esuberante, sul campo di gioco e nella vita"


TREVISO - Il mondo del rugby trevigiano e veneto è in lutto per l'improvvisa scomparsa di Sandòr Peron, stroncato mercoledì sera ad 84 anni, da un infarto. Cordoglio e vicinanza alla famiglia ha espresso, a nome del Benetton, il presidente Amerino Zatta, ricordando come Peron sia stato allenatore nelle giovanili e dirigente del club trevigiano, oltre che avervi giocato a lungo. E un messaggio è giutno anche da Marzio Innocenti, numero del comitato rrevionale venento della Fir, organismo di cui lo stesso Peron era stato consigliere.
Gli amici di una vita di sport, ne ricordano l'esuberanza fisica, ma anche la Sandor Peron, con il numero 12, durante una partita Faema-Paraiago (immagine tratta da "Treviso, la prima volta. 1955 - 1956 il primo scudetto del rugby trevigiano", di Gian Domenico Mazzocato, ed. Edimedia)disponibilità umana, l'entusiasmo e il carattere allegro. 
Dopo i primi trascorsi con il calcio, si era avvicinato al rugby alla Canottieri Sile. Con il Treviso, fondato il suo stesso anno di nascita, il 1932, aveva vinto il primo, mitico scudetto della palla ovale nostrana, allora sponsorizzata Faema, al termine del campionato 1955-56. Terza linea, ma anche centro, in quella stagione, in realtà, impegnato con gli obblighi di leva e la necessità di dare una mano nell'attività di famiglia di vendita di formaggi, Peron aveva giocato solo 5 partite, segnando anche una meta. Aveva poi disputato molti altri campionati, giocando fino a 39 anni. In rugby allora era affare di famiglia: in quella formazione giocavano anche il fratello Piero, maggiore di due anni e scomparso da tempo, e il cugino Armando "Pancho" Perini. Secondo l'uso rugbistico veneto, Sandor Peron era soprannominato "Puateato", perchè, spiegano gli amici, "allora era un bambinone, sempre allegro".
“Era un esuberante sul campo e fuori. Non si risparmiava mai, potevi sempre contare su di lui, sempre disponibile qualunque cosa gli proponevi - lo ricorda Giorgio Fantin, compagno in quel Faema e amico di vecchia data -. Ne abbiamo fatte tante. Era bravissimo a cucinare gli ‘sciosi. Andavamo a Jesolo, poi da lì a ballare a Bassano del Grappa. Una sera incrociamo un ragazzetto inseguito da almeno una cinquanta persone, che volevano picchiarlo. Sandor si è tolto l’orologio, me l’ha dato, poi con un pugno ha mandato lungo disteso il più grosso del gruppo. Gli altri subito se la sono svignata”.
Per molti anni, di professione, aveva gestito un negozio di abbigliamento in via Montello. Lascia la moglie Franca e le figlie Tatiana ed Elena. I funerali saranno celebrati lunedì alle 10,  nella chiesa di Villorba. La salma saraà esposta fino alle 9.30 nella camera ardente allestita all'obitorio di Treviso. Alle esequie parteciperanno anche i ragazzi del Rugby Villorba, società di cui Peron era tra i fondatori, con le maglie di gioco.