Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Sartor: "Spostamento da Lungo Sile Mattei alla stazione Fs"

GIAMPAOLO ROSSI NUOVO DIRETTORE DI MOBILIT└ DI MARCA

In agenda, piano industriale e nuove gare per il trasporto locale


TREVISO - È Giampaolo Rossi il nuovo direttore generale di MOM, Mobilità di Marca, l’azienda per il trasporto pubblico locale della provincia di Treviso. Rossi, 56 anni, nato a Novara, è laureato in Ingegneria civile, sezione trasporti. Dal 2008 è stato direttore di AIM Mobilità srl, società del Gruppo Aim Vicenza. Il nuovo direttore Rossi (a sinistra) con il presidente SartorPrecedentemente si era occupato anche dei settore marketing e commerciale dello stesso gruppo. Ha curato con successo il piano di risanamento economico-finanziario di AIM Trasporti e ha fatto parte del gruppo di lavoro per la redazione del nuovo Piano urbano della mobilità del Comune di Vicenza.
La presentazione del manager che, dal primo luglio, ricopre la figura apicale in MOM è stata l’occasione per il presidente Giulio Sartor di delineare gli impegni strategici dell’azienda: “I prossimi cento giorni saranno dedicati a tracciare le linee guida del nuovo piano industriale 2017/2019. Compito del nuovo direttore sarà quello di tradurre in attuazione gli input del consiglio di amministrazione. Ci siamo quindi affidati ad un manager di comprovata esperienza perché gli obiettivi da raggiungere saranno impegnativi”.
L’obiettivo a medio termine resta la gara a doppio oggetto, tesa all’individuazione del soggetto privato partner di MOM e contemporaneamente all’affidamento della gestione del servizio. Strategico diviene quindi migliorare le performance aziendali, sia sul fronte del rispetto del conto economico che della qualità del servizio. “MOM è già una realtà appetibile – ha proseguito Sartor - grazie ai suoi bilanci in utile e ai suoi 17 milioni di chilometri percorsi ogni anno. Tuttavia, ci sono passi avanti da compiere sul fronte della qualità del servizio, per esempio attraverso l’estensione dell’infomobilità, il riordino delle fermate, la migliore dotazione dei nuovi autobus (attrezzati con telecamere e monitor interni). Fondamentale resterà la formazione del personale, mentre vi saranno importanti sfide sul fronte della patrimonializzazione”. Il presidente Sartor ha ribadito l’obiettivo di chiudere entro l’anno l’acquisto dell’officina di Treviso, su cui è previsto un investimento per l’ammodernamento. Inoltre, una volta operativa la fusione con CTM spa (entro due mesi) si potrà investire nell’area di Castelfranco Veneto per la costruzione di deposito e officina. La terza operazione patrimoniale, fondamentale per l’impatto che avrà sulla mobilità di Treviso, resta lo spostamento dell’autostazione da Lungo Sile Mattei alla stazione ferroviaria.
“Dopo la fase iniziale che ha visto MOM impegnata nel processo di fusione, ora ci sono da mettere in pratica tutti quegli efficientamenti e razionalizzazioni che non sono stati ancora realizzati nell’unire assieme quattro realtà, con impostazioni e mentalità diverse. Mio personale obiettivo – ha proseguito il neo direttore – sarà anche portare in MOM le buone pratiche di altre realtà che ho amministrato, in particolare nell’ambito dell’informatizzazione e del mobile ticketing. Da sviluppare sono anche i servizi a chiamata e tutte le smart facilities per l’utenza”. D’altra parte il Direttore, che ha la delega al personale, ha anche sottolineato il suo impegno su questo fronte delicato: “Rafforzare la formazione ma anche tutte quelle misure che consentano ai nostri autisti di viaggiare in sicurezza e di sviluppare un rapporto sereno con la clientela”.