Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalità di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il messaggio: "essere se stessi" contro l'omologazione della società

SEDICI ORE DI DJ SET E CONCERTI AL CIMETTA JAMMIN FESTIVAL

Al via venerdì la quarta edizione della rassegna a Codognè


CODOGNE' - Al via il prossimo fine settimana, la quarta edizione del Cimetta Jammin Festival. agli impianti sportivi comunali di Codognè. La prima serata si svolgerà venerdì 15 luglio, dalle 19 all'1.30. Il giorno successivo, 16 luglio, si inizierà alle 18 per terminare verso le 3.30. Sedici ore di musica in cui si alterneranno diversi dj e si terranno molti concerti. L'anno scorso la rassegna ha coinvolto oltre 4mila presenze: obiettivo di questa edizione, lanciare anche un essaggio sociale: "Essere se stessi".

Nello specifico il programma dell’edizione 2016 delle due serate prevede:

Venerdì: serata rock (Shake the rock father – Gli sportivi – Muppets suicide – ACIDI)

Sabato: commerciale e dj set (Hover – Hot tramp – Ibrevidiverbi – Down to ground Mash machine – Mistericky & friends – Big Tommy – Marco Cavax)

Il festival è articolato su 36mila metri quadri di spazio verde, un palco di 26 metri, illuminati da 120 luci, 40 metri quadri di ledwall, un  impianto acustico da 55.000 W, 120 volontari, 15 artisti, 2 serate di musica.
Inoltre sono presenti: un’area shopping con bancarelle e stand espositivi degli sponsor, un’area artistica dove saranno presenti gruppi di writers con immagini a tema, un’area sportiva dedicata ai fresbee; un’area enogastronomica che assicurerà un’ottima scelta di bevande e cibi.

Il CJF non è solo una manifestazione musicale, come spiega l’organizzatrice Jessica Masini: “Vogliamo dare anche una valenza sociale all’iniziativa, un messaggio che arrivi forte e chiaro in particolare ai più giovani. E quest’anno il tema scelto è “I’AM IM-PERFECT”, ovvero “essere se stessi in una società che ci vorrebbe tutti uguali non è la cosa più semplice di questo mondo, le pressioni a seguire la massa agiscono in modo sottile ma pervasivo sulla nostra mente. Quest’anno, a luglio, avrete due giorni per essere completamente voi stessi!”

"Mi auguro – conclude l'organizzatrice - che anche quest’anno siano moltissime le persone che vengono a trovarci. Il nostro evento non conosce età e ci piacerebbe vedere il prato pieno di famiglie, giovani e meno giovani. Quest’anno siamo riusciti a mettere in piedi due serate, un grande traguardo. La chiave del nostro successo è il lavoro di squadra, sono centinaia i volontari che durante tutto l’anno si impegnano affinché il festival possa continuare ad essere un successo!"