Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo lo stop, il sindaco Giuseppe Nardi: "Si riparte!"

FARRA DI SOLIGO, SBLOCCATO IL PIGNORAMENTO

Il giudice accoglie il controricorso del Comune


FARRA DI SOLIGO - "Farra riparte". Ad annunciarlo è stato il sindaco Giuseppe Nardi: il giudice del Tribunale di Treviso ha accolto il ricorso presentato dall'amministrazione municipale ed ha sbloccato il conto corrente del Comune. L'ente aveva subito un pignoramento da 3,8 milioni di euro, che di fatto aveva bloccato ogni capacità: l'amministrazione aveva così dovuto sospendere molti servizi non essenziali, non avendo più copertura finanziaria, ma il timore era soprattutto per i mesi prossimi. Il provvedimento risale ad una vicenda di metà anni '90 del secolo scorso: i proprietari dei terreni, dove è stata realizzata una lottizzazione, avevano intentato una causa ritenendo non adeguati gli indennnizzi ricevuti per l'esproprio.