Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il "Viaggio nell'Italia che innova" dedicato alle piccole imprese

BOCCIA: "PMI MOTORE PER RILANCIARE LA COMPETITIVITÀ"

Da Oderzo il leader di Confindustria chiede nuova politica economica


ODERZO - Puntare su detassazione e decontribuzione dei premi di risultato per rilanciare la competitività. E' il messaggio che Vicenzo Boccia lancia da Oderzo: nella Marca il presidente nazionale di Confindustria ha partecipato alla tappa nordestina del "Viaggio nell'Italia che innova", organizzato da viale dell'Astronomia, Piccola Industria di Confindustria e Sole 24 Ore, in colaborazione con EY - Ernst Young, nella sede della Nice. L'Italia, ha ribadito Boccia, rischia di trovarsi schiacciata tra l'economia tedesca con alti livelli di competitività e quella britannica, favroita dalla svalutazioni, dopo la Brexit. "Abbiamo un duplice sentimento - ha detto il numero uno egli industriali -. Orgoglio, perchè il nostro è il secondo paese industriale in Europa, rabbia, perchè, eliminando i suoi deficit competitivi, potrebbe essere il primo". Un'azione concreta da attuare, per il presidente di Confindustria, è rafforzare la contrattazione di secondo livello. In questo senso, in mattinata è stato firmato un accordo con i sindacati: "E' un passo: vedremo se il primo", ha commentato Boccia. Che all'Europa ha chiesto "una vera politica economica europea, che è l'inverso della politica monetaria della Bce".
Anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, intervistato nel corso del convegno dal direttore de Il Sole 24 Ore, Roberto Napoletano, ha ribadito come il problema principale che attanaglia le pmi nostrane sia ancora la burocrazia: "Non ho mai trovato un imprenditore che mi chiedesse più finanziamenti, ma tutti chiedono meno complicazioni". Il Veneto comunque mostra potenzialità economiche superiori alle altre regioni: uno studio dell'Osservatorio digitale Confindustria- EY assegna punteggi sopra la media nazionale in tutti gli indicatori, dalla digitalzizazione all'efficienza del mercato del lavoro, dal cpaitale umano alla dotazione infrastrutturale.

Galleria fotograficaGalleria fotografica